Qual è il miglior spremi melograno? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2018

Casa & Cucina

spremi melogranoI frutti rossi sono quelli che fanno più bene alla salute. Per poterne assaporare a pieno uno, il melograno, puoi utilizzare lo spremi melograno.

Si tratta di un oggetto che andrà a spremere tutti i chicchi di questo frutto, facendoti ottenere delle saporitissime spremute.

Potrai utilizzare questo spremitore anche con altri frutti, come ad esempio con le arance.

In commercio ne troverai di vari, per tutte le tasche, che si distingueranno per il materiale utilizzato o per il funzionamento, che potrà essere sia a leva che a motore. Anche il design cambierà da modello a modello.

Quali sono i migliori spemi melograno?

Bestseller No. 1
SPREMIAGRUMI SPREMI MELOGRANO A LEVA DA BANCO PROFESSIONALE ALTO...
  • Spremiagrumi alto da banco. ideale per la spremitura di arance e...
SaleBestseller No. 2
Professionale a mano spremiagrumi spremiagrumi Leva di alta...
  • Questo robusto spremiagrumi professionale a colonna, con i suoi 6,5 kg...
  • La robusta struttura in pesante ghisa è oltremodo salda e le pratiche...
Bestseller No. 3
SPREMIMELOGRANO SPREMI MELOGRANO BAR SPREMIAGRUMI SPREMI AGRUMI...
  • Spremiagrumi/Melograni alto da banco. ideale per la spremitura di...
Bestseller No. 4
EVA SPREMIAGRUMI SPREMI MELOGRANO SPREMIMELOGRANO SPREMI AGRUMI...
  • Spremiagrumi in metallo adatto anche a tutti i tipi di agrumi
  • Filtro smontabile per una facile pulizia
SaleBestseller No. 5
Spremifrutta resistente per melograni e agrumi, per frutti fino a...
  • Resa media per ora – 50 kg di frutta.
  • Forza di pressatura – 90 kg.

Tipi di spremi melograno

Gli spremi melagrane sono degli elettrodomestici che si distinguono, principalmente, in due grandi categorie.

Ci sono quelli a leva, quelli che funzionano senza doversi appoggiare ad un motore e ci sono poi i modelli elettrici, quelli che per funzionare devono per forza essere attaccati ad una presa elettrica.

Spremi melograno elettrico

Per velocizzare i tempi dell’estrazione del succo dal melograno è possibile andare ad utilizzarne un modello elettrico.

Si tratta di vere e propri spremitori, che permettono di andare a estrarre tutto il succo che può essere recuperato dal melograno.

Il loro principale inconveniente è però legato al fatto che necessitano di un collegamento elettrico, che ne andrà a vincolare il posizionamento nella tua cucina. Inoltre, anche se minimo, portano un costo aggiuntivo in bolletta.

Spremi melograno a leva

Lo spremi melagrana manuale è la versione più diffusa ed apprezzata che potrai trovare in commercio.

Il suo funzionamento è piuttosto semplice, infatti il succo viene spremuto tenendo abbassata una leva.

Tra i numerosi vantaggi offerti dall’uso di un prodotto di questo tipo, c’è la possibilità di ottenere un succo di migliore qualità, cioè non contaminato, ma soprattutto la possibilità di poter posizionare questo elettrodomestico dove meglio credi, infatti non sarai vincolato a doverlo posizionare nelle vicinanze di una presa elettrica.

Come anche per il modello elettrico, anche lo spremitore di melagrane manuale può essere utilizzato anche per lavorare altri tipi di frutti.

Com’è fatto e come funziona lo spemi melograno a leva?

La struttura di uno spremi melagrana a leva è molto semplice e ha un uso intuitivo.

Si presenta con una struttura in metallo, di solito acciaio, fissata su di una base, che poggia a sua volta su dei piedini antiscivolo che la bloccano saldamente sul piano di lavoro.

Nella parte posteriore è presente una colonna portante, alla quale sono attaccate la leva ed il cono che permettono la spremitura. Tutte queste parti possono essere staccate per la pulizia.

Utilizzare questo prodotto è semplice. Per prima cosa devi tagliare la tua melagrana, posizionarla capovolta all’interno del cono forato e poi andare a fare leva, facendo scendere il cono incavo superiore.

In questo modo il frutto si troverà compresso tra le due parti in acciaio, che andranno a spremere a fondo tutti i chicchi.

La melagrana è un frutto dalla consistenza molto dura e utilizzare uno spremitore di questo tipo ti permetterà di ottenere del succo senza dover staccare ogni singolo chicco e schiacciarlo poi manualmente.

Un consiglio per un uso corretto dello spremitore per melograno è di non fare troppa forza sulla leva, che altrimenti potrebbe danneggiarsi.

La pulizia dello spremi melograno

Una volta utilizzato, lo spremitore va sempre pulito con cura.

Tutte le parti in acciaio possono essere smontate con facilità e possono essere lavate tranquillamente anche mettendole in lavastoviglie. Ci sono però anche delle parti fisse, che possono essere pulite utilizzando un panno ed un po’ di sapone.

Un’accortezza che però devi sempre avere, per ogni singola parte del tuo spremitore, è di andare sempre a asciugarle con cura, infatti solo in questo modo sarà possibile mantenerle al meglio per molti anni. Sono sufficienti pochi e semplici gesti per mantenere al meglio questo tipo di prodotto.

Prezzo

Acquistare uno spremitore non è un’impresa impossibile.

Il suo costo infatti, anche se molto vario, soprattutto in relazione al fatto che tu scelga un prodotto a funzionamento elettrico o uno che funziona manualmente, non è mai particolarmente eccessivo. Le versioni a leva di solito partono dai 50 euro circa e possono poi salire oltre i 100 euro, anche se in commercio ci sono anche di modelli più economici.

Non hai ancora lo spremi melograno? Spremilo come un limone!

Per ottenere del buon succo di melograno non è sempre necessario avere a disposizione un apposito spremitore.

Vediamo come fare, in modo alternativo.

  1. Dopo aver tagliato il frutto in due parti, seguendo un orientamento parallelo al picciolo, potrai andare a spremerlo utilizzando un classico spremiagrumi, esattamente come se si trattasse di un limone o un arancia.
  2. Premendo la metà del frutto sulla parte centrale dello spremiagrumi noterai infatti come, mentre tutto il succo scenderà verso il basso, mentre tutte le bucce dei chicchi e le varie impurità, restano bloccati in alto, intrappolate dal filtro. In questo modo riuscirai ad ottenere una buona quantità di succo in modo naturale e soprattutto molto economico.

Di certo però utilizzando uno spremi agrumi, sia manuale che a leva, andrai a fare molta meno fatica, infatti con uno spremiagrumi classico sarà solo la forza delle tue mani che vincolerà la quantità di succo che potrai andare ad ottenere.

Come sgranare il melograno?

Come sgranare il melograno

Se lo spremi melograno serve per ottenere il succo da questo frutto, ti ricordo che potrai anche mangiarne i chicchi senza doverli andare a spremere.

Si tratta di un processo lungo e difficoltoso, ma che comunque è possibile, meglio ancora se fatto con l’aiuto dello sgranatore di melograno. Il frutto si presenta con una buccia dura, all’interno della quale, divisi in partizioni, sono presenti degli arilli, i chicchi.

Vediamo adesso come si fa ad estrarli dal frutto.

  1. La prima cosa da fare è andare a tagliare la parte alta della buccia, eliminandone una porzione che ti ricorderà la forma di un cono.
  2. Ripeti lo stesso procedimento anche nella parte inferiore della melagrana.
  3. Adesso pratica dei tagli, che vadano ad unire le due parti libere dalla buccia, realizzandone 4. Fai però attenzione che non siano troppo profondi e che non arrivino fino agli acini.
  4. Prendi il melograno tra le mani in modo saldo, con i pollici nell’incavo, esercitando una pressione e tirando verso i due lati opposti. Se tutto è andato bene dovresti trovarti tra le mani un frutto diviso a metà.
  5. Dividi adesso in due parti ogni singola metà e vedrai come i chicchi si andranno a staccare facilmente.

I benefici della spremuta di melograno

Già in antichità erano note le proprietà benefiche del melograno.

Il suo succo veniva infatti considerato come una cura per tutti i mali.

Questa pianta, che viene coltivata in Europa, Asia e Nord America, che da i suoi frutti in autunno, si presenta come un cespuglio, che può raggiungere le dimensioni di 4 metri. Il suo succo si origina dai suoi chicchi, di colore rosso, che si chiamano arilli.

Questo prezioso liquido è ricco di flavonoidi e di acido ellagico, due sostanze che vanno a contrastare le cellule cancerose, quindi utili per prevenire il cancro.

La sua funzione più conosciuta resta però quella legata al suo utilizzo come anti età; infatti il melograno è ricco di antiossidanti che contrastano i radicali liberi.

Anche il verme solitario può essere combattuto assumendo la melagrana, grazie alla presenza di acido ellagico.

I reni vengono protetti, infatti questo rosso succo aiuta ad eliminare le tossine nocive.

Quando hai la diarrea, le sue proprietà astringenti potranno esserti di aiuto a risolvere il problema.

Le infezioni causate da batteri, trovano beneficio dall’assunzione del succo di melagrana. La rivista Toxicology and Industrial Health ha evidenziato come questo succo vada a proteggere il fegato, che aiuta a rigenerarsi.

La sua assunzione costante, nel corso del tempo, va a ostacolare la formazione delle placche aterosclerotiche, molto dannose per la salute del cuore e che sono la principale causa delle malattie cardiovascolari.

I polifenoli, che si trovano nel melograno, proteggono dalle allergie e tengono alla larga la depressione.

Ossa forti e un sistema immunitario forte, sono altri aspetti positivi legati all’assunzione di questo frutto.

Assumendo del melograno ogni giorno, per un anno intero, si va ad abbassare la pressione sanguigna, infatti si tratta di un anticoagulante naturale.

L’assunzione di questa sostanza pare avere buoni risultati su chi soffre del morbo di Alzheimer, di artrite reumatoide, sindromi influenzali e sulle donne in menopausa.

Il melograno aiuta l’organismo nella sintesi del colesterolo ed a proteggere le strutture genetiche del DNA.

Assumere, per 15 giorni succo di melagrana, riesce ad aumentare del 30% il livello del testosterone, funzionando come una sorta di afrodisiaco naturale.

Lascia un commento:

Leave a Comment: