Qual è il miglior scaldabagno elettrico basso consumo? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2020

Elettronica

scaldabagno elettrico basso consumoLo scaldabagno elettrico a basso consumo, conosciuto come boiler, altro non è che un apparecchio molto efficiente attraverso il quale è possibile riscaldare l’acqua per qualsiasi utilizzo domestico. Uno scaldabagno elettrico a basso consumo consente di limitare significativamente i costi sulla bolletta. Inoltre questo elettrodomestico può funzionare senza problemi per molto tempo, anche fino a dieci anni.

Per coloro che hanno poca dimestichezza con questo tipo di elettrodomestico, procedere con l’acquisto di uno scaldabagno elettrico a basso consumo può essere un compito difficile. Nessun problema, in questa guida troverai i migliori scaldabagni elettrici a basso consumo disponibili sul mercato.

Quali sono i migliori scaldabagno elettrico basso consumo per prezzo e opinioni?

Ariston Velis evo 50 Lt –  multiposizione di altissima qualità

Sale
Scaldacqua elettrico Ariston Velis evo 50 Lt [Classe di...
642 Recensioni
Scaldacqua elettrico Ariston Velis evo 50 Lt [Classe di...
  • Multiposizione: installabile sia in verticale che in orizzontale
  • Risparmio garantito: l funzione Eco Evo garantisce acqua calda negli...

Questo scaldabagno elettrico è dotato di doppio serbatoio e di una capacità di 50 litri, ma esiste anche la versione da 80 e 100 litri. Dalle dimensioni non eccessive, è il prodotto ideale se si vuole evitare spreco di spazio, dato che è posizionabile sia verticalmente che orizzontalmente. Il rivestimento è smaltato per non disperdere il calore. Si tratta di un modello dotato anche della funzione anti-legionella, utilissima quando non si utilizza il dispositivo per più di 30 giorni di fila: l’acqua verrà riscaldata per evitare la proliferazione di batteri. Mentre la funzione anti-congelamento evita che i tubi si congelino diventando non solo inutilizzabili, ma compromettendo tutto il sistema idraulico di casa. Da elogiare poi l’innovativa funzione anti-dry che scongiura surriscaldamenti interni evitando l’avvio del boiler quando non ci sia acqua da riscaldare al suo interno.

Pro
  • Funzione di auto-diagnostica segnala guasti all’utente.
  • Funzione anti-scottatura tiene sotto controllo la temperatura.
  • Sistema a doppio serbatoio per un maggiore risparmio energetico.
Contro
  • Sprovvisto del cavo di alimentazione.

Ariston Shape Eco Evo – ecologico e smart

Ariston 3626085 Scaldabagno Elettrico Shape ECO V, 1.2 k a Norme,...
93 Recensioni
Ariston 3626085 Scaldabagno Elettrico Shape ECO V, 1.2 k a Norme,...
  • Scaldabagno elettrico ad accumulo
  • Installazione verticale

Si tratta di uno scaldabagno elettrico in grado di combinare insieme tecnologia all’avanguardia e design molto accattivante dalla forma prismatica. È dotato di uno smart display che assicura una facile lettura e regolazione della temperatura dell’acqua. La funzione Eco consente allo scaldabagno di memorizzare i consumi, ottimizzando in base a questi la produzione di acqua calda. Oltre a quest’ultima, Ariston Shape Eco Evo possiede anche altre funzioni, come quella anti-legionella, anti-congelamento, auto-diagnostica, anti dry, sicurezza elettrica attiva ed antiscottatura. La classe energetica di questo prodotto è la B, grazie all’isolamento di poliuretano che assicura un ottimo risparmio energetico in bolletta: il 14% in meno rispetto ai modelli tradizionali.

Pro
  • Smart display per una regolazione precisa della temperatura.
  • Classe energetica B.
Contro
  • Abbastanza ingombrante.

Ferroli Calypso 50 Lt – alte prestazioni ad un prezzo contenuto

Ferroli Calypso Scaldabagno Elettrico Verticale 50 LT, Classe...
62 Recensioni
Ferroli Calypso Scaldabagno Elettrico Verticale 50 LT, Classe...
  • Resistenza elettrica estraibile in rame. Controllo termostatico a...

Questo modello verticale risulta semplice ed intuitivo nell’estetica e nell’uso. Il boiler è stato realizzato con acciaio di ottima qualità, con lavorazioni successive che hanno permesso di incrementare la resistenza all’azione di agenti corrosivi. Il rivestimento è in vetroporcellanato cotto ad alte temperature, mentre lo strato di isolamento interno in schiuma di poliuretano. Per portare l’acqua dalla temperatura ambiente a 55°C, di solito impiega dalle 2 alle 3 ore.

Pro
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Facile da installare.
  • Materiali all’avanguardia.
Contro
  • Classe C di efficienza energetica.

Come scegliere lo scaldabagno elettrico a basso consumo?

Quando si decide di acquistare uno di questi elettrodomestici, è molto importante valutare attentamente alcuni fattori, come ad esempio:

  • Consumi: Infatti bisogna considerare quanta acqua si consuma ogni giorno in base alle dinamiche familiari, ossia il numero di persone in famiglia, se viene utilizzata la doccia o la vasca e se per motivi di lavoro si è fuori casa parecchie ore al giorno.
  • Capacità del serbatoio: i modelli più piccoli, ossia quelli dalla capacità tra 10 e 30 litri, hanno un ciclo di riscaldamento molto veloce, che però termina prima. Per questo motivo sono raccomandati quando in casa vivono al massimo due persone e di solito vengono installati nei bagni di dimensioni ridotte dove risulta impossibile collocare un modello più grande. Per una famiglia superiore ai due componenti, è necessario uno scaldabagno che abbia un serbatoio tra i 50 e gli 80 litri.
  • Timer: questa funzione serve a programmare l’accensione e lo spegnimento dell’elettrodomestico, in modo da non sprecare energia ed avere acqua calda a disposizione nel momento giusto. Ad esempio, chi lavora fuori casa e rientra soltanto la sera può impostare il timer qualche ora prima.
  • Termostato: è molto importante per regolare la temperatura dell’acqua. Una funzione molto utile soprattutto durante l’estate quando l’acqua non serve bollente (40° sono più che sufficienti) e così si può risparmiare sui costi in bolletta.
  • Classe energetica: indica la capacità di risparmio dello scaldabagno che si ha di fronte. Quando si sceglie un modello di classe energetica A o superiore significa investire inizialmente qualcosa di più, ammortizzando i costi sulle bollette future grazie al ilrisparmio energetico che ne deriva. Capita che a volte risulta meno dispendioso uno scaldabagno elettrico da 80 litri che appartiene alla classe B rispetto ad uno più piccolo di ultimissima generazione. Tutto dipende dal numero di volte che viene acceso.
  • Orientamento: prima di acquistare uno scaldabagno, occorre valutare in anticipo dove bisognerà installarlo. Per non avere problemi di spazio, ci sono modelli che a seconda delle necessità si montano in verticale o in orizzontale. Altri ancora permettono entrambe le possibilità.

 

Le tipologie

Sul mercato sono presenti due differenti tipologie di scaldabagno elettrico a basso consumo:

  • Scaldabagno ad accumulo: si tratta del modello più diffuso, dotato di un serbatoio in cui l’acqua confluisce per poi essere scaldata. Di questa tipologie, esistono modelli di varie dimensioni: da quelli più piccoli con capacità di 10 litri fino ad arrivare a quelli da 80 litri. Questa tipologia di scaldabagno, in base alle sue dimensioni e alla capacità, sarà in grado di assicurare prestazioni molto diverse fra loro.

 

  • Scaldabagno istantaneo: questa tipologia permette di ottimizzare i consumi ed assicurare un alto risparmio energetico. Rispetto a quello ad accumulo, lo scaldabagno istantaneo non è dotato di serbatoio. La ragione è molto semplice: grazie all’entrata in funzione delle serpentine, scalda l’acqua soltanto ogni volta che viene richiesta. Questo sistema permette di avere un risparmio energetico ancora più alto. Inoltre questa tipologia è meno ingombrante rispetto ad uno scaldabagno ad accumulo.

 

I consumi

Per evitare una inutile dispersione termica, cioè che è richiesta più energia per scaldare l’acqua che si raffredda nei tubi, lo scaldabagno elettrico a basso consumo deve essere collocato sempre il più vicino possibile al posto di utilizzo, rispettando ovviamente le dovute distanze di sicurezza. Di solito si trovano nei pressi di doccia, lavandini o lavabi.

Se non si presta una particolare attenzione i consumi che derivano dall’uso di uno scaldabagno elettrico possono salire alle stelle. Per fare un esempio pratico, un nucleo familiare che utilizza un modello dalla potenza di 1000 W per 6 ore al giorno, consuma circa 2000 KWh di energia all’anno. Un dato che salirà inevitabilmente se lo scaldabagno resta acceso tutto il giorno. Ecco perché è molto importante scegliere un prodotto provvisto di timer.

 

Quali sono le migliori marche?

Uno dei fattori più importanti che non deve passare inosservato è sicuramente la marca dello scaldabagno elettrico a basso consumo che si sta valutando. Per essere sicuro della qualità e dell’affidabilità di un prodotto, il consiglio è quello di optare per i marchi più noti che negli anni sono diventati dei leader in questo settore. È sempre preferibile investire inizialmente qualche euro in più su un prodotto realizzato secondo alti standard, piuttosto che ritrovarsi con un elettrodomestico che dopo poco tempo darà i primi problemi. Tra le migliori marche di scaldabagni elettrici a basso consumo bisogna elencare:

 

  • Ariston: i prodotti firmati da questa azienda sono la soluzione più economica e eco-friendly per avere sempre a disposizione l’acqua calda.
  • Baxi: è uno dei brand più conosciuti grazie alla sua ricca offerta di scaldabagni elettrici, sia ad accumulo che istantanei.
  • Ferroli: i suoi modelli sono tra i più apprezzati per le loro incredibili prestazioni e per il loro prezzo vantaggioso.

 

Conclusione

Contrariamente a quanto avviene con le caldaie a gas, lo scaldabagno elettrico non necessita di alcun tipo di combustibile per funzionare. Si tratta inoltre di un elettrodomestico facile da installare, che non richiede revisioni e manutenzione. È una soluzione pratica ed economica per avere sempre a disposizione avere acqua calda in casa. Scegliendo il modello giusto, in base alla marca, alle caratteristiche e alla classe energetica, e usandolo con la dovuta accortezza è possibile riscontrare in poco tempo i bassi consumi nella bolletta.