Qual è il miglior stendino elettrico? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2018

Casa & Cucina

Stendino elettricoQuando piove o il clima all’esterno è davvero pessimo, anche un’operazione semplice come far asciugare il bucato può diventare difficoltosa.

Un alleato che ti potrà venire in soccorso in questa situazione è lo stendino elettrico.

Rispetto ai modelli tradizionali questa tipologia di stendibiancheria si contraddistingue per la presenza di elementi riscaldanti .

Utilizzando un prodotto di questo tipo avrai panni asciutti in tempi molto brevi, ottenendo risultati simili a quelli che avresti utilizzando un’asciugatrice, che ha però dei costi sicuramente più elevati.

Quali sono i migliori stendini elettrici?

Bestseller No. 1
Sirge SCALDOTTO Stendino Elettrico MAXI con le ali pieghevoli...
8 Recensioni
Sirge SCALDOTTO Stendino Elettrico MAXI con le ali pieghevoli...
  • Stendino Elettrico MAXI Riscaldante con 2 ali Stendibiancheria...
  • 20 Elementi riscaldanti 260 Watt; Dimensioni aperto: 182(l) x 54(p) x...
Bestseller No. 2
L'esclusivo Stendibiancheria con 8 barre riscaldate a basso...
10 Recensioni
L'esclusivo Stendibiancheria con 8 barre riscaldate a basso...
  • Esclusivo stendibiancheria elettrico a basso consumo energetico -...
  • Resistente e sicuro grazie alla protezione IPX1 contro l'acqua!.
SaleBestseller No. 3
Stendibiancheria da parete e soffitto elettrico Foxydry Air 150,...
20 Recensioni
Stendibiancheria da parete e soffitto elettrico Foxydry Air 150,...
  • Salvaspazio da soffitto, motorizzato e telecomandato
  • Lo fermi dove vuoi fino a 180 cm dal soffitto, porta fino a 35 kg di...
Bestseller No. 5
Plein air STP100 Stendino Elettrico
4 Recensioni
Plein air STP100 Stendino Elettrico
  • Stendino rapido
  • Stendino elettrico riscalfato (Stendirapido), pieghevole con spia...

Come scegliere uno stendino elettrico

Andiamo a vedere insieme quelle che sono le principali caratteristiche da valutare, prima di acquistare uno stendibiancheria elettrico.

Le dimensioni, il materiale utilizzato per la sua realizzazione, il consumo e per finire il prezzo sono gli aspetti più importanti a cui prestare attenzione prima dell’acquisto.

Dimensioni

Le dimensioni dell’asciugabiancheria elettrico sono un aspetto importante da valutare, specialmente da chi vive in abitazioni di piccole dimensioni.

Queste infatti si andranno a riflettere direttamente sulla collocazione che lo stendino a funzionamento elettrico potrà avere.

Come i loro simili tradizionali, infatti, si dividono in due grandi categorie, quelli che si sviluppano in orizzontale e le versioni che invece si snodano in altezza.

Valuta per prima cosa dove andrai a posizionarlo e così non sbaglierai nella scelta, optando per un oggetto adatto allo spazio disponibile. Ti ricordo che i modelli verticali hanno una struttura che si articola su ripiani sovrapposti, mentre per i modelli orizzontali questi si trovano posizionati lateralmente.

Consumo

Sono certa che ti stai chiedendo se valga davvero la pena di acquistare uno stendino di questo tipo, in relazione ai consumi elettrici che potrà avere.

La risposta è sì.

Infatti gli stendini ti permetteranno di risparmiare molto di più in bolletta rispetto all’utilizzo di un’asciugatrice.

Oltre che al risparmio in bolletta ne avrai anche un altro e più consistente anche al momento dell’acquisto, infatti gli stendini hanno prezzi popolari. Se invece non vuoi spendere neppure un centesimo in costi aggiuntivi potrai usare uno stendino classico, ma con tutte le problematiche che esso comporta.

Materiale

Nella scheda tecnica del prodotto che hai intenzione di acquistare, ricordati di controllare sempre il materiale utilizzato per la sua realizzazione.

Non esistono stendini elettrici in plastica (almeno per la maggior parte del materiale di costruzione), a causa del fatto che non è adatto ad essere utilizzato con un elettrodomestico riscaldante. L’alluminio è il materiale usato con maggiore frequenza perché è quello che da anche la garanzia di durare di più nel tempo.

Proprio per questo motivo non ti fermare al primo stendino che troverai, ma valutane almeno un paio per capire quale è quello che meglio si va ad adattare ai tuoi bisogni e ai tuoi desideri.

Accessori

La presenta di accessori è un altro importante aspetto a cui prestare attenzione.

Le ruote sono uno dei più importanti, infatti la loro presenza di permetterà di spostare lo stendino nei vari ambienti della casa, senza rischiare che questo possa cadere e rompersi.

Nel caso in cui tu abbia spesso la necessità di lavare camicie ed averle poi di nuovo disponibili in tempi brevi, è opportuno che tu scelga uno stendibiancheria elettrico dove siano presenti delle ali pieghevoli, che potrai poi richiudere quando non ne avrai invece bisogno.

Nella scheda tecnica dei prodotti in commercio potrai sempre controllare il numero e il tipo degli accessori presenti.

Prezzo

Una volta certo che lo stendino di tipo elettrico è quello che fa per te, si apre un’altra questione, quella relativa al costo.

Niente paura non si tratta di prodotti costosi, il cui prezzo oscilla tra i 30 ed i 70 euro, in base al modello, ai materiali ed agli accessori presenti. Vedi quindi come la scelta di un prodotto di questo tipo ti permetterà di evitare di dover acquistare una ben più costosa ed ingombrante asciugatrice.

Stendino elettrico o asciugatrice?

Uno dei principali dubbi che ha chi si avvicina all’acquisto di un prodotto che lo aiuti ad asciugare più velocemente la propria biancheria e se scegliere uno stendino o un’asciugatrice.

Lo stendino è più ingombrante quando in uso, ma una volta che avrai bisogno di riporlo, questo diventerà compatto e potrai collocarlo, ad esempio, nell’armadio delle scope. L’asciugatrice, anche quando sia possibile posizionarla a colonna con la lavatrice, rimarrà invece sempre in posizione e con lo stesso ingombro.

L’aspetto consumo è un’altra caratteristica da valutare; gli stendibiancheria elettrici consumano di solito 0,10Kw/h per una potenza di 100W, mentre un’asciugatrice molto di più. Inoltre è possibile regolare la potenza del termostato dello stendino.

Le asciugatrici, specialmente le più moderne offrono però un grande vantaggio, supportano programmi che eliminano la stiratura, aspetto questo che non otterrai utilizzando uno stendino.

Quest’ultimo poi non ha la vaschetta di raccolta dell’acqua che dovrai andare a controllare e svuotare periodicamente.

Lo stendino elettrico funziona?

Lo stendino elettrico funziona

Come ogni prodotto di questo genere, perché sia apprezzato a pieno è necessario che vada a ricoprire tutti bisogni per il quale è stato acquistato.

La funzionalità di questo tipo di oggetti si ha anche nella facilità di montaggio e nella stabilità. Infatti di solito sono stabili, a meno che non vengano caricati eccessivamente o in caso di stendini elettrici realizzati con materiali economici.

Per accendere lo stendino ti sarà sufficiente premere il bottone apposito e la sua struttura inizierà a riscaldarsi. L’unico svantaggio è che la biancheria non asciugherà in modo uniforme, ma soltanto nella parte a contatto con i fili.

Se hai però un unico indumento da asciugare potrai posizionarlo in modo orizzontale, occupando tutti i fili ed ottenendo così un’asciugatura veloce ed uniforme.

Oltre che scaldarsi velocemente, raffreddano in tempi altrettanto rapidi, cosa che ti permetterà di riporlo poco tempo dopo che avrai finito di utilizzarlo.

Come si utilizza lo stendino elettrico?

Mentre gli stendini classici sono adatti a tutti, potresti avere dei dubbi circa il fatto che lo siano anche quelli elettrici.

Le cose non stanno così, infatti utilizzare lo stendino a funzionamento elettrico è un’operazione davvero molto semplice, ma ci sono alcune regole da rispettare. È infatti fondamentale non andare a sovraccaricare lo stendino e piuttosto andare ad asciugare la biancheria in due fasi.

In questo modo ridurrai i tempi di asciugatura ma soprattutto i consumi elettrici. Per aumentare le potenzialità del prodotto puoi coprirlo con un telo di nylon, che andrai ad aprire ogni 15 minuti circa per far uscire tutta l’umidità vaporizzata.

Controlla poi i panni e non appena saranno asciutti in alcune zone, voltali per farli asciugare completamente. Prima di sostituirli con capi bagnati aspetta che tutto il primo carico sia asciutto, per non andare ad inumidirli di nuovo con umidità eccessiva.

Le camicie, il capo che più di tutti è odioso da stirare, se trattato in un modo particolare, può saltare questa fase. Sbattile bene prima di stenderle e poi posizionale, da sole, sullo stendino e vedrai che il risultato finale ti stupirà.

Non sarà un dispendio eccessivo di energia elettrica in quando eviterai di utilizzare in ferro da stiro.

Quanto consuma uno stendino elettrico?

Eccoci arrivati al punto più temuto, quando si parla di un prodotto che funziona ad energia elettrica, cioè il suo consumo.

Questo aspetto è influenzato prevalentemente dall’uso che andrai a farne. Ad esempio con troppo carico lo stendino consumerà di più e i costi si rifletteranno sui consumi elettrici on bolletta.

Il consumo è espresso in watt ed è quindi da valutare anche in relazione con la potenza del prodotto che andrai ad acquistare. Sta a te valutare se preferisci avere un prodotto più potente, che scalderà ed asciugherà in tempi rapidi, ma che inevitabilmente consumerà di più.

Con piccole accortezze, potrai andare a risparmiare sui costi finali. In media uno stendino elettrico  consuma 0,10Kw/h per una potenza di 100W.

Tipi di stendino elettrico

La scelta dello stendino giusto per te deve partire da quella che è la collocazione che vorrai dargli.

Lo stendino di tipo elettrico può essere fondamentalmente di tre tipi: orizzontale, verticale e la versione più particolare, quella da soffitto.

Ognuno di questi modelli ha poi numerose versioni, più o meno grandi, accessoriate e di materiali più o meno di qualità, aspetti che si rifletteranno poi sul loro costo finale.

Andiamo a conoscere insieme queste tre diverse tipologie di prodotti.

Stendino elettrico orizzontale

La forma più tradizionale di uno stendino è quella orizzontale.

La struttura di questo tipo di stendino funzionamento elettrico è identica a quella degli stendini classici di questa forma. Sono composti da una parte centrale, nella quale si possono trovare un numero variabile di fili, di solito sei.

Ai lati di questo corpo centrale, in un gran numero di modelli, si aprono due ali, richiudibili, che forniscono fili aggiuntivi sui quali andare a posizionare ulteriori capi di biancheria.

Da aperti sono piuttosto ingombranti, ma una volta richiusi le loro dimensioni divengono molto compatte e permettono di posizionarli in ambienti piccoli, come ad esempio gli armadietti porta scope. Sono la scelta più classica, la più adatta a chi non ha particolari problemi di spazio.

Stendino elettrico verticale

Lo stendino elettrico a torre è un’alternativa da scegliere per chi non vuole uno stendino orizzontale.

Sviluppandosi in altezza permettono di utilizzare piani sovrapposti tra di loro, che presentano al loro interno un numero variabile di fili. Ce ne sono di versioni che presentano alla loro base delle ruote, accessori questi di vitale importanza per chi avrà la necessità di spostare spesso lo stendino.

Possono anche essere presenti delle braccia laterali da usare per stendere le camicie. Una volta richiuso su se stesso questo tipo di stendino diventa molto compatto e di permetterà di riporlo con il minimo ingombro.

Stendino elettrico a soffitto

Una tipologia ancora poco diffusa, ma che permette di andare ad ottimizzare di molto gli spazi necessario per posizionare uno stendino, sono i modelli a soffitto.

Lo stendino elettrico a soffitto è formato da un corpo, che dovrai fissare al soffitto tramite tasselli, e da uno stendino. Questo scenderà grazie ad un motore, che potrai andare a comandare attraverso un telecomando.

Lo spazio che occupa è quindi ridotto, calcolando che trovandosi sul soffitto non andrà ad occupare spazio nell’area calpestabile della tua casa. Nella scelta dovrai andare a valutare quello che è il peso massimo di biancheria che riesce a supportare.

Si tratta di prodotti che sono più costosi rispetto alle classiche versioni orizzontali o verticali.