Miglior saldatrice a filo

Fai Da Te

saldatrice a filoPer tutti gli amanti del bricolage e per gli esperti del settore del fai da te, la saldatrice a filo è un attrezzo che non deve mai mancare tra gli apparecchi che si usano per fare dei piccoli o grandi lavori.

Per capire però quale sia la versione che fa per te, tra le tante che il mercato ti offre, parti dall’uso che andrai a farne.

Ce ne sono infatti di modelli che si possono definire come professionali, molto complete, e di altre per hobby, più basilari.

Anche i loro prezzi varieranno di molto, proprio in base a questo aspetto. Tra le marche più famose ci sono la Tecnoweld, la Wemi, la Cebora, la Fimer, la Fronius, la Miller e la Parkside.

Di seguito potrai scegliere la miglior saldatrice a filo su Amazon.it

Imoto - Saldatrice a filo continuo, senza gas, ventilata, mig 100
  • Tensione di rete raggio Volt 220 frequenza Hz 50 Amp fusibile max...
  • Saldatore Filo continuo senza gas MIG 100 in promozione
Saldatore filo continuo senza gas MIG 100 in promozione
  • Tensione di rete monofasica 220 Volt frequenza 50 HZ fusibile Max 13...
  • Saldatore filo continuo senza gas MIG 100 in promozione.
Stanley MIKROMIG - Saldatrice
  • Alimentazione: 230 VAC
  • Potenza assorbita (60%): 1,9 KVA
SALDATRICE INVERTER MIG/MAG MMA TM 223 INVMIG 180 AMP IGBT
  • SALDATRICE INVERTER MIG ED MMA TM233INVMIG 180 AMP TM 223 INV MIG è...
  • Caratteristiche tecniche: Alimentazione 220 V monofase Tensione a...
Silverline 868731 Magnete di saldatura 100 mm
  • Mantiene i pezzi in posizione a 45, 90 e 135 °
  • Magnetico potente
Telwin Technomig 150 Dual Synergic - 150 technomig sinergico...
  • Saldatrice inverter sinergica controllata a microprocessore
  • Completa di torcia 3mt e cavo massa

Tipologie di saldatrice a filo

Ogni lavoro ha bisogno di un tipo di saldatrice a filo diversa.

Per capire quale scegliere dovrai partire sempre da quello che è il tipo di filo che utilizzano.

Per ottenere una saldatura a filo continuo dovrai andare ad utilizzare un materiale di appoggio. Di solito di parla di sistema di saldatura MIG MAG.

Nel primo tipo, per la saldatura, viene utilizzato del gas inerte, che ha il grande vantaggio di tenere alla larga il processo di ossidazione dai metalli che andrai a trattare.

Invece, i modelli di saldatrice a filo continuo funzionano senza gas. Hanno il grande vantaggio di non andare a rendere necessario l’uso di una bombola di gas, ma sono però meno professionali, ed adatte quindi per saldature meno complesse.

Per funzionare usano una bobina di filo, che è stato a sua volta rivestito da un apposito materiale che va a proteggerlo dall’ossidazione. Una saldatrice a filo senza gas non è un prodotto professionale, quindi utilizzandola potresti non ottenere un risultato perfetto.

Se andrai ad utilizzare la saldatrice per lavori di rifinitura o se hai intenzioni di unire tra loro piccoli pezzi di metallo, allora la migliore saldatrice a filo per te, sarà quella che utilizza il gas.

Andiamo adesso a conoscere meglio, attraverso le recensioni, alcuni delle migliori saldatrici a filo.

Saldatrice inverter mig/mag – Tigmig

Si tratta di un modello di saldatrice inverter. È molto potente (180 ampere), quindi adatta anche ad uso professionale.

La tecnologia utilizzata dal suo inverter è di alta qualità, infatti di tratta di un inverter IGBT. Questo ti permetterà di poterla utilizzare, con buoni risultati, sia in modalità MIG, a filo continuo, che a MMA, con elettrodo.

La sua alimentazione è a 220v monofase e ha una tensione a vuoto di 50v. Il suo ciclo di lavoro è di 180 A 60% con assorbimento massimo di 6.1 KVA.

Potrai andare ad utilizzare questo prodotto con fili dal diametro di 0,8-1,2 mm e con elettrodi di 2,5-4.0 mm. La sua classe di isolamento è F.

Nel kit di base sono presenti anche una maschera manuale, un cavo ed una pinza di massa, una torcia MIG con attacco euro. Tutte le funzioni si regolano attraverso manopole frontali.

SALDATRICE INVERTER MIG/MAG MMA TM 223 INVMIG 180 AMP IGBT
  • SALDATRICE INVERTER MIG ED MMA TM233INVMIG 180 AMP TM 223 INV MIG è...
  • Caratteristiche tecniche: Alimentazione 220 V monofase Tensione a...

Saldatrice a filo continuo no gas Awelco Mig One

Questo prodotto rientra nella categoria delle saldatrici a filo continuo, che non utilizzano il gas per saldare. Le sue dimensioni ed il suo peso sono uno dei suoi punti di forza, infatti è un prodotto compatto e leggero, con verniciatura antigraffio e spigoli realizzati in PVC.

Usa del filo da 0,8-1,0 mm di diametro, il cui avanzamento viene regolato attraverso un meccanismo brevettato e di facile utilizzo.

La corrente di saldatura minima è di 35 ampere e la massima di 95. La potenza è assorbita al 60% 1,9kW, e al 100% in 3kW.

L’intensità di utilizzo raggiunge i 2 minuti a 95 ampere ed i 10 a 35 ampere. La regolazione della corrente è automatica.

Il prodotto viene venduto corredato da una maschera da saldatore, in tinta con i colori del saldatore stesso, dei cavi e martellino battiscoria e una bobina di filo animato.

Awelco saldatrice a filo continuo 95Ah no gas + accessori...
  • MIG ONE Saldatrice MIG a filo continuo Leggera, compatta e...
  • Dati tecnici Corrente di saldatura minima 35 ampere Corrente di...

Saldatrice a filo continuo Einhell

Il prodotto si caratterizza per dimensioni ridotte, è regolabile e l’alimentazione del filo ha due rulli.

Per evitare che si sovraccarichi, quando in uso, è presente una ventola di raffreddamento.

Il sovraccarico termico è comunque segnalato per mezzo di una spia cut-out. Tutti i comandi sono presenti sulla sua parte frontale e si riescono a gestire in modo piuttosto semplice ed immediato.

Insieme alla saldatrice, nel kit di base, sono presenti anche una torcia ed una maschera da saldatore.

Il suo voltaggio è di 240 volt.

Trattandosi di una saldatrice a filo, non è presente nessun tipo di aggancio per il gas, cosa che rende il prodotto adatto a lavori non troppo impegnativi o per gli amanti del fai da te. Il suo costo non è eccessivo ed è un buon compromesso per avere a disposizione un prodotto funzionale, ma senza troppe pretese.

Alwelco MIG-One P15319 a filo continuo

Questo prodotto potrebbe fare al caso tuo, se sei alla ricerca di una saldatrice a filo continuo.

Questo modello ha dalla sua anche dimensioni compatte, che ti permetteranno di spostarla dove meglio credi, con il minimo sforzo.

La sua alimentazione è di 220 V. La potenza assorbita è invece di 1,9 KwA. Il livello di tensione a vuoto è di 17-23,5 V, mentre per il campo di regolazione i valori di riferimento sono 35-95 A.

Il filo animato, che potrai andare ad utilizzare con questa saldatrice, deve avere un diametro di 0,8-1 mm. Dal momento in cui si tratta di un prodotto che funziona a filo, non avrai bisogno, per utilizzarla di gas tecnici.

Le bobine di filo animato devono avere dimensioni di 200-500 grammi. Anche in questo caso, non si tratta di un prodotto di uso professionale, ma siamo piuttosto di fronte ad un bel macchinario per hobbisti.

Telwin Bimax 152 turbo

Il più grande punto di forza di questo prodotto è che si tratta di una saldatrice carrellata, che si sposta quindi attraverso delle ruote.

Può anche non utilizzare gas, infatti è un modello a filo continuo, monofase e ventilato.

È utilizzato per la saldatura FLUX, MIG e MAG. Il prodotto presenta una protezione termoplastica.

Nel kit di base sono compresi tutti gli accessori per la saldatura FLUX.

A richiesta, acquistare i vari gas per lavorare con acciaio, inox e alluminio.

Per finire, con la descrizione del prodotto, ecco qua alcuni dati tecnici. Il voltaggio è di V50/60Hz e può essere utilizzata con filo da 0,6 a 1,2 mm in dipendenza del materiale.

Saldatrice a inverter Telwin Technomig 150 Dual synergic

Già dal nome dovresti esserti fatto un idea di che tipo di saldatore hai di fronte.

Si tratta di un technomig sinergico doppio da 150.

Per quanto riguarda il tipo di saldatura che esegue, si tratta di quella a filo.

La potenza assorbita dall’apparecchio è di 1,2 W/2,8 W. il suo metodo di funzionamento è inverter, con un sistema di controllo a microprocessore.

La tensione a vuoto, del macchinario, è di 60V, mentre la corrente di saldatura può variare dai 20 ai 150A e potrai andare a regolarla tu senza livelli preimpostati.

Questo modello di saldatrice a filo Telwin è corredata di una torcia e di un cavo massa, dalla lunghezza di 3 metri.

I comandi da dove poter gestire le funzioni del prodotto, sono nella parte anteriore in alto. La struttura della saldatrice è robusta e si presenta in colore rosso e nero.

Telwin Technomig 150 Dual Synergic - 150 technomig sinergico...
  • Saldatrice inverter sinergica controllata a microprocessore
  • Completa di torcia 3mt e cavo massa

Telwin Technomig 180 Dual Synergic

Potente e robusta è così che si presenta questa saldatrice, che potrà essere usata anche per lavori ben più impegnativi che quelli di hobbistica.

La sua parte esterna è realizzata con materiali di qualità che resisteranno bene all’uso ed agli urti.

La tensione di rete, che utilizza questo prodotto, è di 230 V. Il livello di potenza massima che può essere assorbita è invece di 3,8kW.

Per poter utilizzare questo prodotto dovrai però dotarti obbligatoriamente di una bambola di gas, però non indispensabile per il suo funzionamento, comprando il kit a parte.

Potrai saldare vari tipi di metallo regolando l’arco anche in modo manuale. Sulla sua superficie è presente un attacco per la torcia euro, una pinza di massa ed un cavo di collegamento.

Decastar saldatrice a filo

Personalmente mi sento di consigliare questo prodotto anche a chi è alle prime armi con l’uso di un saldatore, e che vuole comunque avere a disposizione un prodotto che sia altamente affidabile.

Questo oggetto ha, innanzi tutto dimensioni compatte, quindi sarà comodo da spostare e manovrare.

Potrai andare ad utilizzarla per saldature MIG, MAG e no gas. Il suo meccanismo permette di effettuare saldature anche in ambienti esterni.

La sua potenza monofase è di 230 Volt, la tensione a vuoto di 30 Volt. Il campo di regolazione varia invece dai 30 ai 145 Ampere.

Potrai utilizzarlo su 4 diversi livelli di saldatura. Questo oggetto monta dei fili dal diametro di 0,6/1 mm (dipende dal materiale che lavorerai).

Come usare una saldatrice

Per capire come si usa una saldatrice è necessario che tu conosca qualcosa circa il suo funzionamento e la sua meccanica.

Le sue parti più importanti sono un interruttore, per l’alimentazione e per regolare la potenza del filo e una manopola, con la quale potrai andare a regolare l’avanzamento del filo stesso.

Potrai utilizzare del filo animato di vari diametri, che possono variare dal centimetro ed arrivare poi ai due e mezzo.

Potrai utilizzarne anche di più sottili, ma in quel caso è consigliabile tirarli manualmente, per evitare che possano spezzarsi.

Vediamo adesso come si usano le saldatrici.

Per prima cosa, se avrai acquistato un modello tig mig, dovrai aprire la bombola del gas ed accendere così il circuito della tua saldatrice.

Regola poi la velocità del filo. Questo aspetto è molto importante perché, se il filo dovesse muoversi troppo velocemente non avrebbe il tempo di fondersi a dovere e se invece fosse troppo lento verrebbe compromessa la qualità della saldatura.

Dovrai essere tu a capire quale sia la velocità giusta, anche in relazione al lavoro che dovrai fare.

Velocità del filo e regolazione della corrente sono in relazione diretta tra di loro, infatti questa diminuisce quando il filo andrà ad avanzare in modo più lento.

Caratteristiche di una saldatrice a filo

Per scegliere la migliore in assoluto, tra le tantissime saldatrici a filo che troverai disponibili in commercio, ci sono tutta una serie di aspetti che dovrai analizzare e che ti guideranno verso la scelta giusta per te.

Tra quelli più importanti ci sono la potenza, il tipo di alimentazione, il modo in cui si muove il filo della saldatrice, il ciclo di lavoro, per terminare poi con i materiali utilizzati per realizzare il prodotto stesso.

Un consiglio che posso darti è di diffidare di tutti i prodotti con un prezzo troppo economico, perché è impossibile riuscire ad avere una saldatrice a filo funzionale, spendendo soltanto pochi spiccioli. Per di più il loro uso potrebbe anche rivelarsi pericoloso.

Alimentazione

Il tipo di alimentazione delle saldatrici viene indicata utilizzando gli ampere.

Quelli che ne hanno 30 possono essere utilizzati con fogli dallo spessore di 1 millimetro. Quelle da 20/25 ampere possono invece essere utilizzate su fogli di 0,8 mm. Quelli professionali toccano invece anche i 300.

Qualità dei materiali

Negli ultimi anni si sono molto diffusi in commercio i prodotti Made in China, che nella maggior parte dei casi, sono realizzati con materiali che non possono assolutamente essere considerati come di qualità.

Se invece i materiali utilizzati per la fabbricazione della saldatrice saranno di qualità, allora questi ti permetteranno anche di gestirne la potenza nel modo migliore.

Anche la saldatrice avrà una vita più lunga e offrirà performance migliori. Ogni parte meccanica, se realizzata a dovere, andrà a lavorare nel modo corretto e ti permetterà di ottenere delle saldature a regola d’arte.

Facilità di utilizzo

Altro aspetto con cui fare i conti prima della scelta di una saldatrice è quello relativo alla sua facilità di utilizzo.

Infatti, se potrai andare a gestirne la potenza e poter variare le varie impostazioni, semplicemente andando a ruotare una manopola, allora già metà del lavoro sarà già stato fatto.

Ciclo di lavoro

Se hai già utilizzato una saldatrice sai che questa non può essere utilizzata per molto tempo, in modo continuato.

Di solito il ciclo di lavoro tollerato è di 5 o 10 minuti, prima che l’apparecchio vada a surriscaldarsi.

Nei modelli a 100 ampere ce ne sono anche alcuni modelli che hanno un ciclo di lavoro di 10 minuti, cioè possono andare a lavorare alla massima potenza per sei minuti, prima di avere poi bisogno di una pausa di 4.

Questo valore, che viene chiamato duty cycle non sarà particolarmente importante, se utilizzerai la saldatrice per lavori non troppo lunghi, ma potrebbe fare la differenza per un professionista, che usa il macchinario in modo intensivo. Se ne sceglierai una versione senza ventola, devi sapere che il ciclo di lavoro sarà ancora più breve.

Accessori presenti in una saldatrice a filo

Fino ad adesso abbiamo preso in esame gli aspetti tecnici, legati a questa tipologia di prodotto, ma è arrivato ora il momento di andare a vedere quali sono gli accessori che possono essere forniti insieme ad una saldatrice.

Possono essere presenti delle torce, indispensabili per fare saldature ad arte.

Per poterle sostituire, in caso di rotture, è meglio che abbiano un aggancio universale e che la torcia possa così essere fissata facilmente.

Anche un regolatore del gas potrà essere utile. Potrai scegliere tra uno dal calibro singolo o uno dal calibro doppio. Ma per saldare è fondamentale avere con se tutta un’attrezzatura di sicurezza.

Camici, guanti e ogni altra cosa che ti possa proteggere dal calore sarà fondamentale. Per finire, tra gli accessori necessari per fare una saldatura c’è anche la maschera da saldatore.

Questa va a coprire il volto e ti permetterà, tramite la parte oscurata, di avere un’ottima visuale sul tuo lavoro, ancora meglio di quella che otterresti usando la sola torcia.

Ne troverai molte in commercio e anche piuttosto economiche, non fermarti però a queste, perché un prodotto di qualità parte da almeno i 50 euro.

Saldatori inverter

La saldatrice a filo inverter è un prodotto che si sta facendo parecchia strada nel mercato, negli ultimi anni.

Questi permettono di velocizzare i tempi necessari per fare lavori di saldatura, andando ad evitare alcune fasi, come quella del trasferimento globulare.

Infatti sono questi i modelli che vengono utilizzati con maggiore frequenza dagli hobbisti, che riescono a controllare facilmente tutto il processo di saldatura. Non si tratta però di prodotti perfetti, infatti sono molto sensibili agli urti e hanno una durata, nel tempo, che non può essere paragonata alle versioni tradizionali.

Dovrai valutare tu se si tratta della versione di saldatore più adatta per l’utilizzo che farai.

Usi e difetti della saldatura MIG/MAG

Sono queste due tipologie di saldatura che si utilizzano quando si ha necessità di andare ad unire tra di loro vari tipi di metallo, anche diversi.

Se ne consiglia però l’uso sempre in ambienti chiusi perché, se fatta all’aperto, sarebbe sufficiente anche solo un colpo di vento a far disperdere il gas e quindi andare ad influenzare i risultati finali; al limite potrai andare ad usare delle cupole, costruite appositamente per l’uso in ambienti aperti.

I difetti principali che si ottengono, in questo tipo di saldatura, sono connessi con l’utilizzo di gas sbagliati. L’idrogeno non è quindi adatto, ma occorrono invece dei gas che siano ben deumidificati, per evitare che si formino cricche a caldo.

Per saldare bordi irregolari serve un giusto apporto termico e se questo dovesse essere troppo basso allora si verificherebbe la mancanza di fusione dei lembi o del cuore del cordone.

Insomma avrai già capito come il mondo delle saldatrici sia davvero molto complesso e non si finisca mai di imparare a riguardo!

 

Lascia un commento:

Leave a Comment: