Qual è il miglior aspirapolvere? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2018

Casa & Cucina

miglior aspirapolverePer avere una casa sempre pulita ed in ordine ti sarà di grande aiuto utilizzare un aspirapolvere, non uno qualsiasi, ma il miglior aspirapolvere.

Per scegliere quello che è il modello più adatto a te avrai iniziato a guardare qua e la, alla disperata ricerca di qualche dritta che ti possa aiutare a fare la scelta giusta, ma questo ti avrà gettato ancora di più nel dubbio a causa dei molti modelli disponibili in commercio.

Qui di seguito troverai una guida che ti sarà utile per scegliere il miglior aspirapolvere per te, quello che andrà a ricoprire nel modo più completo tutte quelle che sono le tue necessità.

Di seguito potrai scegliere il miglior aspirapolvere che fa per te su Amazon.

SaleBestseller No. 1
iRobot Roomba 605 Robot Aspirapolvere, Sistema di Pulizia ad Alte...
  • Premendo semplicemente il tasto "Clean" Roomba inizia a pulire, senza...
  • La pulizia a 3 fasi aspira dalle briciole fino allo sporco più fine...
SaleBestseller No. 2
ILIFE A6, Robot aspirapolvere, Nero
  • Pulizia profonda, A6 è dotato della seconda generazione di espulsione...
  • Con un design super sottile di soli 7 cm, si adatta facilmente sotto i...
SaleBestseller No. 3
Rowenta RO3731EA Compact Power Cyclonic Aspirapolvere Ciclonico...
  • Potenza 750 W
  • Tubo telescopico Ergo Comfort: tubo XXL in metallo e impugnatura...
SaleBestseller No. 4
Rowenta RO3753EA Compact Power Cyclonic Aspirapolvere Ciclonico...
  • Alimentazione 750 W
  • Tubo telescopico Ergo Comfort: tubo XXL in metallo e impugnatura...
SaleBestseller No. 5
Hoover LA 10 Traino senza Sacco Lander, Bianco/Grigio Traslucido
  • Tecnologia ciclonica per un alto grado di separazione della polvere e...
  • Capacità del contenitore da 1,2 litri
SaleBestseller No. 6
Imetec Piuma A+ C2 100 Scopa Elettrica senza Sacco, Leggera, Meno...
  • Classe energetica A+: consumo medio annuo ridotto
  • Leggera: solo 3 kg per pulizie senza fatiche, lunghezza filo 6 m
SaleBestseller No. 8
Dyson 227296-01 V8 Absolute Aspirapolvere senza filo
  • Motore Digitale V8 che raggiunge i 110,000 giri al minuto e muove fino...
  • Batteria al Litio con un'autonomia di fino a 40 minuti con tempo di...
SaleBestseller No. 9
Hoover FD 22 G Scopa Ricaricabile
  • Scopa elettrica
  • Tecnologia ciclonica

Cosa guardare per scegliere il miglior aspirapolvere?

Per fare la scelta migliore ci sono alcune caratteristiche a cui è necessario andare a prestare attenzione.

Il miglior aspirapolvere in commercio dovrà infatti, ad esempio, essere potente, ma non consumare troppo, avere un peso leggero e non essere troppo rumoroso.

Consumo

Il consumo di ogni aspirapolvere dipenderà dalla classe energetica in cui è inserito il prodotto.

Scegliendone una versione che rientri almeno in fascia A andrai a ridurre sensibilmente i consumi elettrici. Calcola che di solito i motori degli aspirapolvere hanno una potenza di 1000/2000 Watt.

Moltiplica questo dato per le ore in cui andrai ad usare l’apparecchio durante il giorno e otterrai quello che è il consumo energetico giornaliero.

Per capire quanto andrà effettivamente ad incidere sul tuo consumo energetico adesso devi moltiplicare la cifra ottenuta per quella della tua tariffa energetica oraria.

Calcolando che questa sia di 0,25 centesimi per Kw e che tu usi l’aspirapolvere per due ore settimanali al massimo della potenza, la spesa sarà di 24 euro annui per un modello di aspirapolvere che monta un motore da 1000W.

Potenza di aspirazione

Il miglior aspirapolvere che potrai trovare in commercio deve avere una buona potenza aspirante.

Al momento della scelta fai molta attenzione a non cadere nell’errore di controllare il dato relativo alla potenza del motore, quella espressa in watt, perché questo dato si riferisce al consumo energetico del prodotto e non a quella che è invece la potenza di aspirazione.

La capacità aspirante è infatti indicata da un altro valore, quello che si chiama Air Watt. Trovare questo dato nella scheda tecnica del prodotto, spesso si dimostra essere difficoltoso, ma nel dubbio potrai sempre chiedere maggiori informazioni al venditore circa quella che è la potenza aspirante del prodotto.

Questo è infatti un aspetto molto importante da valutare al momento della scelta, perché ti andrà a vincolare nell’uso, infatti il prodotto da te scelto potrebbe rivelarsi totalmente inadatto allo scopo se la sua potenza di aspirazione dovesse essere troppo bassa.

Peso

Un buon aspirapolvere deve essere anche facile da manovrare.

Il miglior aspirapolvere per te è quindi quello che avrà un peso non eccessivo. In passato gli aspirapolvere erano massici e pesanti, ma adesso le loro dimensioni ed il peso si sono molto ridotti, rendendone più semplice l’utilizzo, anche per raggiungere zone dove sarebbe difficile pulire senza il loro aiuto.

Utilizzandone un modello leggero non andrai infatti ad affaticare troppo le tue articolazioni, che non vivranno le pulizie di casa come se tu avessi appena corso una maratona.

Diffida però dei modelli troppo leggeri, perché alle volte potrebbe trattarsi di prodotti di scarsa qualità, che non ti andranno a garantire buoni risultati, specialmente se andrai ad utilizzarli su moquette o tappeti. Potrai trovare tutte le informazioni a riguardo del peso di ogni modello di aspirapolvere sulla scheda tecnica dei vari prodotti in commercio.

Ci sono ottime scope elettriche che hanno un peso intorno ai 3 chili.

Rumorosità

Per poter utilizzare il tuo aspirapolvere anche in condizioni estreme è fondamentale che questo sia silenzioso.

La rumorosità è un valore che viene espressa in decibel (db).

Per darti un idea di cosa corrispondono questi valori devi sapere che il fruscio delle foglie produce dai 10 ai 40 db, mentre il suono di una radio accesa ad alto volume ne produce tra i 70 e gli 80, valore questo che per l’orecchio umano viene avvertito come fastidio. Suoni oltre i 90 db sono invece dannosi e possono portare a problemi all’udito. Di solito gli aspirapolveri hanno una rumorosità che oscilla tra i 55 db e gli 80 db.

Per cercare di smorzare il rumore prodotto questo genere di elettrodomestici monta dei motori digitali, che hanno però lo svantaggio di scaldarsi molto rapidamente. I migliori aspirapolvere silenziosi sono i robot. Il valore giusto di decibel da ricercare in un aspirapolvere è di 72 db al massimo.

Con o senza sacchetto

Una delle più grandi scelte da fare al momento dell’acquisto di un aspirapolvere è se optare per un modello con sacchetto o se invece preferirne uno senza.

Sceglierne uno senza ti offrirà vari vantaggi, primi tra tutti quelli economici. Infatti non dovrai più andare ad acquistare sacchetti usa e getta, che nella maggior parte dei casi non hanno proprio prezzi economici, anche scegliendone modelli compatibili.

Inoltre una volta che il modello di aspirapolvere invecchierà, reperire in commercio i giusti sacchetti diventerà quasi un’impresa disperata.

Nei modelli senza sacco sarà invece necessario andare a svuotare e pulire il contenitore di raccolta dopo ogni utilizzo, operazione noiosa ma di certo più economica della sostituzione del sacchetto. Valuta tu quale sia la scelta migliore da fare, anche in base a quelli che sono i tuoi bisogni.

Se infatti vorrai risparmiare la scelta di un aspirapolvere senza sacco sarà quella giusta da fare.

Con o senza fili

Nella scelta del miglior aspirapolvere una delle prime cose da valutare è se sceglierne una versione con il filo o di ripiegare su di una che non ne ha (wireless).

Gli aspiratori cordless saranno quelli che ti permetteranno una maggiore autonomia di movimento, rendendoti possibile di raggiungere facilmente anche gli angoli più nascosti, senza dover essere vincolato alla lunghezza del cavo di alimentazione.

Per farlo utilizzano una batteria, che però ha lo svantaggio di avere un’autonomia limitata, vincolata anche dalla potenza alla quale starai utilizzando il prodotto.

Troverai tutte le informazioni legate all’autonomia dei vari prodotti dando uno sguardo a quella che è la scheda tecnica di ogni aspirapolvere.

Di solito si tratta di circa 30 minuti, quindi valuta con attenzione se sia davvero il caso di acquistare un prodotto di questo tipo, infatti se la tua casa è molto grande l’aspirapolvere potrebbe spegnersi prima che tu abbia finito il lavoro di pulizia.

Filtri

La presenza di filtri è una caratteristica che farà piacere a chi soffre di allergie.

I soggetti allergici infatti potrebbero essere disturbati dai movimenti di polvere che avvengono quando si va ad utilizzare un aspirapolvere.

Principalmente si parla di tre diverse tipologie di filtri:

  • usa e getta
  • lavabili
  • Hepa

I filtri usa e getta sono la soluzione più economica, ma ti obbligheranno a sostituirli con frequenza.

Le versioni lavabili sono infatti migliori, poichè la loro vita sarà molto più lunga. Nei modelli di aspirapolvere più recenti ci sono dei filtri in gel, che possono essere lavati in modo approfondito posizionandoli all’interno della lavastoviglie, nel cestello superiore.

La versione migliore di filtri è però quella Hepa.

Utilizzano una struttura con fori molto più piccoli rispetto alla norma, aspetto questo che permetterà di intrappolare le particelle di polvere che non si andranno a muovere per l’aria.

Questo tipo di filtro è consigliato anche nel caso in cui siano presenti animali in casa, perché andrà ad intrappolare tutti i peli andando ad evitare al tempo stesso che si scatenino attacchi di starnuti in soggetti allergici.

Capienza del contenitore

Se la tua scelta è orientata sia verso un prodotto che non utilizza il sacchetto, che verso uno che ne fa uso dovrai fare attenzione a quella che è la capienza del contenitore.

Questo aspetto dovrà tenere conto dell’uso che andrai a farne, infatti se la tua casa è molto grande, oppure se hai animali a casa e ci sarà la necessità di raccogliere il pelo perso, specialmente nel periodo della muta, allora è meglio che tu ti rivolga ad un prodotto dove la capacità del contenitore non sia troppo limitata.

Infatti, in caso contrario, potresti essere obbligato ad interrompere più volte quello che è il tuo lavoro per andare a svuotare il contenitore o sostituire il sacchetto.

Ha la batteria?

Se è tua intenzione scegliere un modello di aspirapolvere senza fili verifica che sia presente la batteria e quelle che sono le sue caratteristiche tecniche.

La potenza della batteria è espressa in volt.

Per valutare quella che è la sua autonomia ricordati che questa varierà, oltre che in base al modello, anche in relazione a quella che è la potenza alla quale starai utilizzando l’apparecchio.

Altro aspetto importante da controllare per i modelli che funzionano a batteria è quello relativo a tempi di ricarica. Infatti una volta che l’autonomia dell’aspirapolvere sarà esaurita ti sarà necessario posizionarlo in ricarica ed attendere che questa sia completa prima di poter avere di nuovo a disposizione i tuo apparecchio.

Il miglior aspirapolvere in commercio ti permetterà di controllare tutti questi dati semplicemente dando uno sguardo a quella che è la scheda tecnica del prodotto.

Accessori in dotazione

Un buon modello di aspirapolvere sarà quello che ti permetterà di avere a disposizione un buon numero di accessori.

Controlla quanti e quali siano quelli presenti nel kit di base, ma ricordati che di solito è possibile acquistarne separatamente anche altri, verificandone sempre prima la compatibilità.

Quelli che di solito sono sempre presenti sono la bocchetta a lancia flessibile, adatta ad esempio per la pulizia dietro i mobili, quella a lancia fissa, un pennello con setole morbide, e la mini turbo spazzola.

Il pennello ti sarà utile per la pulizia di zone delicate, come ad esempio la superficie dei lampadari, ma anche per velocizzare la spolveratura dei soprammobili.

La turbo spazzola mini è invece un accessorio molto utile, specie per chi ha animali domestici, infatti da ottimi risultati nell’eliminare peli e capelli e per garantire una pulizia approfondita ai tappetini ed ai seggiolini della tua auto.

Prezzo del miglior aspirapolvere

Dopo aver analizzato nel dettaglio le principali caratteristiche tecniche di un aspirapolvere è arrivato il momento di parlare di costi.

Il prezzo di questi prodotti varia in base a molti aspetti, come possono essere, ad esempio la marca o i materiali utilizzati per la sua realizzazione.

I modelli senza sacco costano un po’ di più, come anche quelli che funzionano a batteria.

Dai uno sguardo tra i prodotti in commercio per farti un’idea più precisa, anche in relazione quello che sarà il miglior aspirapolvere da scegliere per andare a ricoprire tutte le tue necessità. Di certo ne troverai un modello di qualità senza spendere un occhio della testa.

Tipi di miglior aspirapolvere

Gli aspirapolveri sono una categoria di elettrodomestici piuttosto complessa.

Infatti non ne esiste un solo tipo, ma ce ne sono un gran numero di tipologie molto diverse tra di loro. Ci sono infatti i modelli ciclonici, quelli ad acqua, le versioni a vapore, ma si può parlare anche di aspirapolvere a traino o di aspiratori da usare nella tua auto.

Andiamo a conoscerli insieme, per capire come fare la scelta giusta.

Aspirapolvere ciclonico

L’aspirapolvere ciclonico è la versione che si sta sempre più diffondendo nelle case degli italiani.

Con questo nome si intendono gli aspirapolvere che non utilizzano il sacchetto, ma che raccolgono tutto lo sporco che aspirano al loro interno in un apposito vano di raccolta.

Ce ne sono di versioni monocicloniche e di altre multicicloniche.

Il loro funzionamento utilizza un sistema che genera un ciclone d’aria al suo interno, che ha il compito di andare a separare lo sporco e la polvere dall’aria.

In pratica è il ciclone che, ruotando, va a separare lo sporco dall’aria. Non avendo a loro disposizione un sacchetto per la raccolta della polvere è necessario andare a svuotare e pulire il contenitore di raccolta dopo ogni utilizzo dell’aspirapolvere.

Aspirapolvere a traino

Una versione classica e molto diffusa di aspirapolvere è quella a traino.

Questi modelli offrono a chi li utilizza il grande vantaggio di essere maneggevoli perchè poggia su delle ruote, che permettono di trainarlo facilmente dove meglio ci sarà la necessità di usarlo.

Rispetto ad una scopa elettrica infatti si tratta di prodotti più facili da usare e con un ingombro minore, infatti il corpo motore ci seguirà, ma senza andare a gravare sulle nostre braccia.

Si tratta della versione di aspirapolvere più tradizionale.

Quasi tutti i marchi che producono aspirapolvere realizzano infatti dei modelli di questo genere.

Aspirapolvere per auto

Gli aspirapolvere non si utilizzano soltanto per la pulizia della casa, ma ce ne sono anche di versioni studiate per la pulizia dell’auto.

Si tratta di prodotti di piccole dimensioni, che si reggono con una sola mano, che vengono utilizzati anche per fare piccole pulizie a casa. Conosciuti anche con il nome di aspirabriciole, possono funzionare con o senza batteria.

Quelli wireless sono però i modelli meno potenti, infatti ce ne sono anche di varianti con capacità maggiori che si alimentano collegandoli direttamente alla presa elettrica.

Controlla quindi, nel caso in cui tu scelga una variante di questo tipo, che sia presente l’adattatore, per poter collegare il tuo aspirapolvere con la presa dell’accendisigari della tua auto.

Aspirapolvere a vapore

Una tipologia particolare di aspirapolvere è quella a vapore.

Si dividono principalmente in due tipi: quelli che emettono un getto di vapore e le macchine da vapore vere e proprie.

Le prime sono quelle che emettono del vapore mentre aspirano andando così ad aspirare subito lo sporco appena sciolto con il getto di acqua calda.

Le macchine a vapore sono invece quelle che usano il vapore per far sciogliere lo sporco, che dovrà poi essere eliminato per mezzo di uno straccio. Ti starai adesso chiedendo quale di queste due tipologie sarà la migliore da scegliere.

Ottima domanda ma non c’è una risposta precisa, perché si tratta di versioni di aspirapolvere a vapore di ottima qualità, che ti permetteranno di eliminare persino lo sporco accumulato tra le mattonelle.

Aspirapolvere ad acqua

Ecco qua il miglior aspirapolvere che dovrai acquistare se hai necessità di aspirare anche sostanze liquide.

Si tratta del modello più adatto a chi soffre di allergie, infatti permetterà di aspirare ogni forma di sporco, che rimarrà poi intrappolata al suo interno, insieme all’acqua, senza avere più la possibilità di contaminare l’aria.

È il modo migliore per eliminare acari e allergeni di vario tipo.

Sono un tipo di aspirapolvere molto efficace, che permette di essere utilizzato anche in ambienti esterni, dove spesso è presente lo sporco molto incrostato. Controlla sempre quali filtri montano e quella che è la loro potenza aspirante.

Sono tutti quanti dati che ritroverai nelle schede tecniche dei vari prodotti disponibili in commercio.

Aspirapolvere senza fili

Se è tua intenzione di acquistare un modello di aspirapolvere che ti dia il massimo in fatto di autonomia di movimento di consiglio di scegliere un aspirapolvere senza fili.

Si tratta di prodotti che funzionano sfruttando la potenza di una batteria ricaricabile, di solito agli ioni di litio.

Questo tipo di prodotto è consigliato nel caso in cui ci sia la necessità di andare a pulire zone difficili da raggiungere o che si trovano lontane da un collegamento con la rete elettrica.

Evitando il cavo, infatti, non ci sarà il rischio di rimanere impigliati in ostacoli od essere intralciati nei movimenti durante le pulizie.

Se sceglierai un aspirapolvere di questo tipo ricordati sempre di controllare quella che è l’autonomia della batteria.

Aspirapolvere senza sacco

Per eliminare una volta per tutte la dipendenza dal sacchetto ti consiglio di scegliere un aspirapolvere senza sacco.

Tutto lo sporco raccolto andrà a finire direttamente dentro un apposito vano di raccolta, che però dovrai andare a svuotare e pulire dopo ogni utilizzo.

Piccolo disagio questo rispetto alla ricerca di sacchetti compatibili con il tuo vecchio aspirapolvere, che funziona ancora bene ma per il quale non si producono più i sacchetti originali.

Per rendere le operazioni di pulizia del contenitore ancora più veloci, scegli un modello di aspirapolvere dove questo sia estraibile con pochi gesti.

Anche se questi aspirapolveri costano un po’ di più rispetto a quelli con sacchetto, ti ricordo che rientrerai nella spesa in breve tempo, risparmiando i soldi destinati all’acquisto di nuovi sacchetti.

Aspirabriciole

Avere un piccolo aspirapolvere a disposizione, per effettuare piccole e veloci pulizie, è una cosa molto vantaggiosa.

Si tratta di un aspirapolvere dalle dimensioni ridotte e compatte, ma dal motore molto potente. Lo scopo principale di questo tipo di prodotto è di andare a raccogliere briciole di pane, zucchero, caffè o altre particelle di prodotti di questo tipo, che di frequente cadono sulla tua tavola.

La loro maniglia ha quasi sempre una forma ergonomica, per garantirne un’impugnatura comoda e salda. Una volta che lo sporco sarà raccolto, questo finirà in un cassettino, che potrai svuotare con un solo gesto.

Di solito sono venduti con un kit di accessori, che potrai cambiare per scegliere quello che è adatto all’uso che ne andrai a fare in quel momento.

Scopa a vapore

Un modello di elettrodomestico che andrà a semplificarti la vita al momento di fare le pulizie è la scopa a vapore.

L’utilizzo del vapore permetterà infatti di igienizzare gli ambienti, oltre che di pulirli. In questo modo andrai a eliminare gli allergeni e gli acari, quelle particelle che creano così tanti fastidi ha chi ha problemi di allergia.

Se sceglierai un prodotto di questo tipo ti ricordo di andare a controllare vari aspetti, come ad esempio il tempo necessario perché il vapore sia pronto per essere utilizzato e se sono presenti o meno accessori.

L’autonomia di un prodotto di questo tipo è legata alla capacità del serbatoio, infatti quando l’acqua sarà finita sarà necessario fermarsi e riempire di nuovo il serbatoio.

Scopa elettrica senza fili

Oltre che gli aspirapolveri, ci sono anche dei modelli di scopa elettrica che non utilizzano il filo.

Si alimentano infatti con una batteria agli ioni di litio, che ti permetterà di utilizzare l’apparecchio senza dover necessariamente essere legati a dover rimanere nelle vicinanze di una presa elettrica.

L’uso di una scopa di questo tipo ti permetterà di raggiungere anche gli angoli più nascosti e difficili da pulire. Nel caso in cui tu abbia intenzione di utilizzare la scopa in una casa molto grande sarà opportuno che tu scelga una versione che ti conceda parecchia autonomia, per non ritrovarti con la scopa scarica e buona parte della casa ancora da pulire.

Scopa elettrica senza sacco

Le scope con sacco sono una noia, che ti obbligherà a sostituirlo una volta pieno.

Sceglierne quindi un modello senza sacco è la scelta che ti consiglio di fare. Infatti in questo modo non sarai più legato all’uso dei sacchetti, ma ti sarà sufficiente andare a svuotare il contenitore di raccolta, pulirlo, e l’apparecchio sarà di nuovo pronto per essere utilizzato di nuovo.

A questo grande vantaggio si unisce la grande maneggevolezza offerta dalla scopa, un prodotto molto più leggero e maneggevole rispetto ai classici aspirapolveri, che hanno una struttura più massiccia.

In commercio troverai tanti prodotti di questo tipo, più o meno costosi, tra i quali potrai andare a scegliere il modello più adatto a te.

Robot aspirapolvere

Una novità che si è affacciata qualche anno fa sul mercato e che ha riscontrato molto successo sono i robot aspirapolvere.

Si tratta di elettrodomestici che si muovono sul pavimento della tua casa e aspirano lo sporco che incontrano, ma che non dovrai essere tu a spostare qua e la, ma saranno loro stesi che si posteranno in autonomia.

Utilizzano una base di ricarica, come punto di riferimento e alla quale ritorneranno quando la loro autonomia starà per finire. Nei modelli migliori, da un punto di vista tecnologico, sono presenti dei sensori che permetteranno al robot di creare una sorta di mappa della casa, andando ad evitare così di incappare in ostacoli.

Potrai programmarlo per decidere quando farlo partire per iniziare le sue pulizie.

Robot lavapavimenti

I robot non si occupano soltanto di aspirare, ma ce ne sono anche delle varianti che hanno anche la funzione di lavapavimenti.

Utilizzando un sistema di sensori riescono ad evitare gli ostacoli, come ad esempio i tappeti. Il loro serbatoio è piuttosto capiente, per permettere loro di compiere almeno un ciclo completo di pulizia dei pavimenti della tua casa.

Per garantirgli una lunga vita sono necessari pochi gesti, infatti ti sarà sufficiente svuotare il serbatoio e riempirlo con acqua pulita, fare manutenzione sui filtri e il robot sarà ogni volta come nuovo.

Si tratta di prodotti molto efficaci, che si possono utilizzare su ogni tipo di pavimento che possa essere trattato con acqua e sapone.

Bidone aspiracenere

Oltre che le scope e gli aspirapolveri, altri prodotti con proprietà aspiranti sono i bidoni aspiracenere.

Questo tipo di prodotto sarà utilissimo a chi ha nella sua casa un caminetto o che sia amante della cucina sul barbecue.

Di sicuro è una valida alternativa all’utilizzo di paletta e scopino.

Il grande vantaggio offerto dall’uso dei bidoni aspiracenere è che questi possono essere utilizzati anche per aspirare particelle ancora calde, senza rischiare di andare a bruciare il tubo o altra parte dell’aspiratore.

Controlla però che ciò sia possibile anche con il modello che vuoi acquistare, perché nelle versioni più economiche l’uso è consigliato solo con ceneri fredde.

Bidone aspiratutto

Quando si pensa al classico aspirapolvere professionale viene subito alla mente il modello a forma di bidone.

Questo è disponibile però anche in versione domestica, con i classici bidoni aspiratutto. Si tratta di aspiratori dalla forma cilindrica, che riescono a risucchiare al loro interno sia materiali solidi che liquidi.

Il loro motore è piuttosto potente, aspetto questo che ti permetterà di pulire a fondo anche solo con una passata.

Un aspetto che dovrai controllare, se deciderai di acquistare un prodotto di questo tipo, è quello relativo alla capienza del suo vano raccogli sporco.

Questi prodotti hanno però un difetto, cioè sono piuttosto rumorosi, caratteristica che potrebbe dare fastidio in certe situazioni, quindi controlla sempre quelli che sono i decibel che emette durante l’uso.

Conclusioni

Se avrai letto con attenzione tutte le informazioni che ti ho dato dovrai essere capace di acquistare quello che è il miglior aspirapolvere per le tue esigenze.

Infatti ogni singolo prodotto ha in se dei pregi e dei difetti e soltanto valutandoli in base a quelle che sono le tue necessità riuscirai a fare la scelta giusta per te, della quale non dovrai andare a pentirti.

Un altro consiglio che posso darti, in finale, è di non scegliere soltanto in base al prezzo, infatti non sempre un aspirapolvere costoso sarà un prodotto valido, come non è detto che sia scarso in caso contrario. Buoni acquisti!

Lascia un commento:

Leave a Comment: