Qual è il miglior apriscatole elettrico? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2018

Casa & Cucina

Apriscatole elettricoNelle vecchie cucine un accessorio che non doveva mancare mai era l’apriscatole.

Poi si sono sempre più diffuse le lattine con apertura a strappo, che si aprono semplicemente tirando l’occhiello presente sulla loro superficie.

Ci sono però dei casi in cui l’occhiello si trappa lasciandoti con la scatoletta aperta a metà. In questo caso potrai andare ad utilizzare un prodotto molto utile, l’apriscatole elettrico.

Si tratta di un piccolo elettrodomestico che in pochi gesti ti permetterà di aprire scatolette grandi e piccole. In commercio ce ne sono di molte versioni, sia classiche che moderne e più o meno costose.

Di seguito alcuni dei migliori apriscatole elettrico che potrai trovare su Amazon.

Bestseller No. 1
Bangrui a mani libere velocità sicurezza l'apriscatole...
  • l'apriscatole con il design liscio , il funzionamento sicuro a...
  • A mani-libere、automatico、sicuro. Eccellente per usare facilmente e...
Bestseller No. 3
Automatic can/apriscatole, Favolook One Touch apribottiglie...
  • Il nostro apriscatole è molto semplice e veloce da usare per aprire...
  • Un modo semplice e sicuro per aprire lattine qualsiasi dimensione,...
Bestseller No. 4
Tefal 8535.31 White - tin openers (20 W)
  • Parte superiore rimovibile per una facile pulizia
  • Il magnete mantiene il coperchio del barattolo per la tua sicurezza
Bestseller No. 5
One Touch KC04, Apriscatole automatico
  • Utensili da cucina
  • Apri-coperchi KC04

Come scegliere un apriscatole elettrico

La gamma di apriscatole elettrici in commercio è molto ampia e scegliere il modello migliore potrebbe rivelarsi un’operazione difficoltosa.

Per capire quale modello prendere ci sono infatti alcuni aspetti che vanno sempre analizzati in modo approfondito.

Le sue dimensioni, la potenza, il tipo di alimentazione utilizzata, il peso e la presenza o meno di accessori, sono solo alcune delle cose che dovrai valutare prima dell’acquisto. Tutti questi andranno ad influire anche sul prezzo finale dell’apriscatole.

Frequenza di utilizzo

Per prima cosa, prima di scegliere un apriscatole elettrico, devi valutare quello che è l’uso che andrai a farne.

Infatti se lo utilizzerai soltanto in modo saltuario, non è detto che sia la versione elettrica quella più consigliata per te, e potrebbe essere meglio acquistare un apriscatole classico.

Le versioni elettriche sono invece quelle consigliate per chi ha necessità di avere a disposizione un apparecchio per velocizzare le operazioni legate all’apertura delle latte di cibo.

Questi prodotti sono anche quelli che necessitano di una manutenzione minore e possono essere lasciati fissi in posizione, per essere pronti per il prossimo utilizzo.

Potenza

L’apriscatole elettrico è il prodotto che fa per te? Controlla adesso quella che è la sua potenza.

Questo aspetto, se ti sarà capitato di utilizzarne uno dei primi modelli diffusi in commercio molti anni fa, è andato sempre più migliorando.

Infatti la sua lama andrà ad agire con molta potenza, fino a tagliare del tutto la parte superiore della latta. Nelle versioni professionali la potenza sarà maggiore, per permettere di lavorare anche in modo più veloce.

Questo aspetto è legato anche a quello che è il metodo di funzionamento usato dall’apparecchio, infatti quelli a batteria saranno un po’ più limitati.

Grandezza

Un aspetto da valutare con attenzione prima di acquistare un apriscatole elettrico, sono le sue dimensioni.

Infatti esistono varie versioni di questa tipologia di prodotto. Si parla di apriscatole da banco e di altri che invece si ripongono in un cassetto dopo l’uso.

I primi ti permetteranno di averli davanti a te pronti all’uso, ma necessitano di uno spazio libero sul tuo banco di lavoro, dove poter essere collocati in posizione fissa.

Quindi se sceglierai una versione di questo tipo, controlla prima di avere spazio disponibile a sufficienza oppure ripiega su di un modello più piccolo.

Tipo di materiale

Per una lunga durata del tuo apriscatole elettrico è opportuno che tu vada a sceglierne un modello realizzato con materiali di qualità.

Quelli migliori sono quelli realizzati in alluminio o acciaio.

Le lame in acciaio sono infatti quelle più resistenti, sia al lavoro, ma anche all’usura o alla possibilità di essere attaccate dalla ruggine.

Non guardare però solo quello che è il materiale utilizzato per le lame, ma controlla anche quello della struttura dell’apriscatole e diffida dei modelli realizzati in plastica sottile che potrebbero rovinarsi o schiantarsi facilmente.

È sempre meglio spendere un po’ di più, ma per un prodotto di qualità.

Batterie o cavo?

Questa è un scelta piuttosto complessa da fare.

Le versioni di apriscatole che si alimentano a batteria sono infatti destinati per lo più ad un uso casalingo, quando l’uso di questo prodotto non sarà continuo.

Infatti le batterie non si consumeranno se l’apriscatole non verrà utilizzato. Se invece hai intenzione di utilizzare l’apriscatole in modo intensivo allora è meglio sceglierne un modello che si collega alla rete elettrica, evitando così che l’apparecchio possa smettere di funzionare proprio quando ne avrai più bisogno.

Vedi quindi come utilizzi diversi richiedano prodotti diversi tra loro.

Affidabilità

L’affidabilità di un apriscatole si valuta anche in base a quelli che sono i tipi di lattine che riesce ad aprire.

Infatti nel caso in cui tu ti trovi spesso ad avere bisogno di aprire lattine dalla forma irregolare, o dove la struttura della latta è particolarmente spessa, allora è più consigliabile rivolgersi verso un apriscatole manuale.

Di contro quelli elettrici sono invece consigliati per l’apertura di barattoli di grandi dimensioni, che richiederebbero troppo tempo se si utilizzasse un modello manuale. Valuta quindi, in base a quelle che sono le tue esigenze, quello che è l’elettrodomestico più adatto da scegliere.

Magnete tieni coperchio

La presenza di un magnete copri coperchio, va a semplificare e anche di molto l’apertura dei barattoli.

Gli apriscatole che ne montano uno permettono infatti di tenere ferma la latta, mentre la lama va a tagliare e di riuscire a sollevarla senza dover utilizzare altri oggetti o le mani, evitando così il rischio di andarti a tagliare.

In pratica utilizzando un oggetto di questo genere ti sarà sufficiente posizionarlo al di sopra del barattolo da aprire ed aspettare soltanto che abbia finito di agire. S

i tratta di prodotti compatti, che si utilizzano con una sola mano.

Peso

Maneggiare un apriscatole elettrico leggero, te ne andrà a facilitare l’utilizzo.

Quando andrai ad acquistare questo tipo di prodotti ricordati di andare sempre a controllare nella sua scheda tecnica, quello che è il suo peso. Ce ne sono infatti di modelli che pesano pochi grammi e di altri più massicci.

La loro stazza varia anche in base a quelli che sono i materiali utilizzati per la loro realizzazione. Ti ricordo però che non sempre un prodotto leggero è sinonimo di qualità, infatti potrebbe trattarsi soltanto di qualcosa realizzato utilizzando materiali di scarsa qualità e quindi anche poco resistenti ad eventuali cadute o urti.

Accessori

Un apriscatole di tipo elettrico, che sia anche un prodotto completo, deve offrire la possibilità di utilizzare più accessori.

Ce ne sono infatti in commercio di versioni che hanno incorporato, nella loro struttura, un affilacoltelli o anche un apribottiglie.

Andandone ad acquistare un modello di questo tipo ti troverai con un prodotto che è ben più che un semplice apriscatole.

In commercio ne troverai di molte tipologie, più o meno costose e più o meno grandi, tra le quali potrai andare a scegliere quello che è il modello che più ti piace e che meglio andrà a ricoprire le tue necessità.

Prezzo

Per molte persone l’aspetto fondamentale che andrà a vincolare quella che sarà la scelta del miglior apriscatole è quella del prezzo.

Questi prodotti sono disponibili in versioni piuttosto economiche, dal costo intorno ai 5 euro, per quelli manuali, ma si può poi salire molto in alto, fino ai 100 euro o più per una versione professionale elettrica.

Valuta tu quanto hai intenzione di spendere anche in relazione a quelle che sono le caratteristiche tecniche dei prodotti che troverai in commercio.


Altri tipi di apriscatole

Dando uno sguardo tra gli apriscatole in commercio, avrai notato come ce ne siano di numerose tipologie.

Oltre ai classici manuali a farfalla, ci sono quelli professionali e quelli elettrici, quelli da banco e le versioni studiate per chi ha problemi alle mani.

Apriscatole manuale a farfalla

Questa è la classica versione di apriscatole, quella che è rimasta uguale dai tempi delle nostre mamme.

Si tratta del classico apribarattoli, che si aziona attraverso una chiave a farfalla che, ruotando, va a far funzionare la lama che, muovendosi sulla struttura in latta, va a tagliarla.

Alcuni modelli sono più completi e presentano, nella loro parte terminale, un apribottiglie.

La maniglia dell’apriscatole, quella che sarà necessario andare ad impugnare saldamente al momento del taglio, di solito è ergonomica e rivestita in materiale plastico, per renderne più facile e confortevole l’impugnatura e quindi l’utilizzo.

Apriscatole professionale

In caso tu sia un apriscatole seriale o tu sia il padrone di un ristorante, la scelta di un apriscatole professionale è quella che ti consiglio di fare.

Ce ne sono sia di modelli da tavolo, che di altri classici da banco. Le versioni portatili si distinguono per una grande potenza, che ti permetterà di andare a tagliare anche le latte più resistenti, in tempi davvero molto rapidi.

Infatti chi sceglierà una versione di apriscatole di questo tipo avrà la necessità di ottenere velocemente i risultati migliori possibili. Dai uno sguardo ai prodotti in commercio e scegli quello più adatto a te.

Apriscatole con accessori

Ci sono anche delle varianti di apriscatole che sono ben più che un prodotto con una sola funzione.

Infatti oltre che per la loro classica funzione di apri barattoli e lattine hanno degli interessanti accessori che permettono di utilizzarli anche per aprire le bottiglie.

Ce ne sono poi di altri ancora più competi che presentano, nella loro struttura, anche un accessorio che ti permetterà di affilare le lame dei tuoi coltelli.

Questi ultimi sono dei prodotti da tavolo e non dei modelli portatili, che presentano l’accessorio per affilare le lame nella parte frontale, di solito poco sotto all’apribottiglie.

Apriscatole da banco professionale

Una versione apprezzata di apriscatole è quella professionale da banco.

Sono prodotti che hanno un costo maggiore rispetto alle versioni portatili, ma sono però quelli che ti permetteranno di posizionarli saldamente al tavolo ed andare poi ad aprire barattoli, anche quelli di grandi dimensioni, andando a ruotare una manovella, che si trova alla sommità della struttura dell’apriscatole.

Il loro costo sarà ammortizzato velocemente dalla lunga durata delle vita di un modello di apriscatole di questo tipo. Sono la versione di apri barattoli consigliata a chi ha attività commerciali o usa latte di cibo oversize.


Consigliato per chi ha problemi alle mani

Utilizzare un apriscatole elettrico andrà ad aiutare molto tutte le persone che hanno problemi di mobilità alle mani.

Infatti chi soffre di problemi di questo genere è spesso impossibilitato a ruotare la rotellina a farfalla montata sui modelli di apriscatole tradizionali.

Utilizzandone un modello elettrico ti sarà sufficiente posizionare l’apriscatole, premere un bottone ed attendere che l’apparecchio abbia finito di lavorare.

Ci sono anche attrezzi che possono essere utilizzati per aprire i barattoli con tappo a vite; in pratica si tratta di lacci in gomma che potrai fissare sul bordo del tappo e che potrai poi far girare per mezzo di maniglie. Ruotandole sviterai i tappi, anche quelli che sono i più duri a cedere.

Come pulire un apriscatole elettrico

Pulire il tuo apriscatole elettrico sarà un’operazione che ti porterà via pochissimo tempo.

Una manutenzione giornaliera sarà quella che potrai fare con un panno umido, per eliminare ogni traccia di sporco che si sarà depositata sulla sua struttura durante l’uso.

Però per allungarne la vita ci sono anche altre piccole regole da seguire.

  • Dopo averlo scollegato dalla rete elettrica smonta le varie parti, lavale con acqua e sapone e asciugale.
  • Se la ruota di taglio è particolarmente incrostata puoi metterla per 30 minuti o un’ora in acqua e aceto, trattando tutte le particelle di sporco appiccicate alla sua struttura con uno spazzolino, per rimuoverne ogni minima particella.
  • Risciacqua poi tutto con cura e asciugalo ben bene.

Ti sarà sufficiente seguire queste poche regole per avere il tuo apriscatole al tuo servizio per molti e molti anni, senza doverne andare ad acquistare un nuovo modello.

Come aprire un barattolo senza apriscatole

Avere con te un apriscatole elettrico sarà di certo un grande vantaggio, ma come fare ad aprire un contenitore di questo tipo se non ne avrai uno a disposizione?

Uno dei metodi più diffusi è quello che prevede l’uso di un coltello.

  • Posiziona in modo saldo il barattolo e premi poi con il coltello, che dovrai mantenere il posizione verticale.
  • Premendo con la mano, come se si trattasse di uno scalpello, vai a praticare dei fori, vicini tra loro.
  • Alla fine dovresti ottenere, lungo la circonferenza del barattolo, dei tagli come quelli che avresti praticato con l’apriscatole.
  • Prendi la punta del coltello e usala come leva per sollevare il coperchio che, una volta alzato, potrai andare a togliere e buttare.
  • Lo stesso risultato lo otterrai con un cucchiaio o con la parte posteriore di un coltello da cucina.
  • Un sasso, su cui strofinare la lattina capovolta fino a che questa non diventi umida è un’altra opzione possibile, per aprire un barattolo.

Fai molta attenzione ad utilizzare il coltello come apriscatole perchè potresti tagliarti!

 

Lascia un commento:

Leave a Comment: