Qual è il miglior coprimaterasso antiacaro? – Recensioni, opinioni, guida e prezzo del 2018

Casa & Cucina

coprimaterasso antiacaroRiposare nel modo migliore è la soluzione ideale per affrontare al massimo ogni nuova giornata.

Per farlo non è solo sufficiente un materasso comodo, ma serve anche un buon coprimaterasso, infatti ci sono persone che soffrono di allergie, prima tra tutte quelle agli acari.

Il coprimaterasso antiacaro ti sarà di grande aiuto per tenere alla larga questi esserini microscopici, ma che possono andare a creare problemi a chi ne è allergico.

Scegli il modello più adatto a quelle che sono le misure del tuo letto, che troverai tra i numerosi modelli disponibili in commercio.

Di seguito potrai scegliere il miglior coprimaterasso antiacaro che fa per te su Amazon.

Bestseller No. 1
Set Antiacaro Allergosystem: coprimaterasso Antiacaro con...
  • Confezionati con tessuto non tessuto 100% Polipropilene
  • Confezionato con cerniera
Bestseller No. 2
Coprimaterasso Impermeabile (140 x 190/200 cm) - Traspirante,...
  • 1️⃣ Coprimaterasso impermeabile e traspirante (140 x 190/200) : la...
  • 2️⃣ Ipoallergenico e delicato: copri materassi impermeabile lato...
Bestseller No. 3
Coprimaterasso in Aloe Vera ANTIACARO matrimoniale traversa 2...
  • Coprimaterasso in Aloe Vera ANTIACARO matrimoniale traversa 2 piazze
  • Corredocasa
Bestseller No. 4
Set Antiacaro Allergosystem: coprimaterasso Antiacaro con...
  • Confezionati con tessuto non tessuto 100% Polipropilene
  • Confezionati con cerniera
Bestseller No. 5
Coprimaterasso Impermeabile matrimoniale sanitario IRGE
  • Coprimaterasso Impermeabile matrimoniale sanitario IRGE
Bestseller No. 6
Corredocasa 049IT Coprimaterasso Antiacaro con Angoli, Cotone,...
  • Coprimaterasso antiacaro con angoli singolo 1 piazze traversa puro...
  • Euroricami Viterbo
Bestseller No. 8
Coprimaterasso Sanity spugna con angoli cm 90x200+25 singolo
  • Sanity: Coprimaterasso in spugna jacquard 1 piazza cm 90x200+25. Una...
  • categorie. Composizione : 80% Cotone 15% Poliestere 5% Elastan.Made in...
Bestseller No. 9
Microair Pristine Zero Set Barriera Antiacaro 1 Coprimaterasso...
  • Realizzati in microfibra di poliestere a trama molto fitta -...
  • Garantiti 25 anni per efficacia e durata. Prodotto Made in Italy....
SaleBestseller No. 10
Savel, Proteggi Materasso Antiacaro impermeabile e transpirante....
  • Impermeabile e Traspirante: Questo coprimaterasso è fornito con la...
  • Trattamento anti-acaro: Questo proteggi materasso è appositamente...

Consigli prima dell’acquisto di un coprimaterasso anctiacaro

Per fare la scelta giusta ed acquistare il miglior coprimaterasso antiacaro è opportuno andare a conoscerne prima le principali caratteristiche.

Oltre che alle misure devi fare attenzione anche al materiale, questi i principali due aspetti che saltano all’occhio a prima vista.

Per capire poi se un prodotto è di qualità dovrai anche fare attenzione a quelle che sono le dimensioni dei pori del coprimaterasso. Controllare se c’è o no la cerniera e il tipo di lavaggio sono aspetti che non vanno mai sottovalutati.

Materiale

Quando vengono realizzati i coprimaterasso, anche quelli antiacaro, si possono andare ad utilizzare diverse tipologie di materiali.

I tessuti più adatti allo scopo sono vari ed i più diffusi sono:

  1. Le stoffe che hanno una struttura esterna in cotone e poliestere, mentre quella interna è in laminato in polietilene. Hanno lo svantaggio di essere troppo caldi, cosa che non le rende adatti a tutti. È invece indicata per i bimbi piccoli o per chi ha problemi di incontinenza, a causa della presenza di una membrana impermeabile.
  2. Stoffa in misto cotone, ma priva di membrana interna in polietilene. Questo fa sì che i coprimaterassi creati con l’uso di questa stoffa siano più freschi. In pratica queste stoffe si compongono di cotone e tessuto in poliestere misto che viene trattato dopo la tessitura in modo che i suoi pori misurino intorno ai 3,9 micron.
  3. La microfibra, evita l’uso della membrana, ma è ancora più tecnologicamente avanzata viste le dimensioni ridotte dei suoi pori, che molto spesso hanno una grandezza di circa 2,8 micron. Non sono nè rumorosi e neppure caldi ed in più sono una barriera efficace contro i microbi e gli acari.
  4. Anche il cotone biologico può essere utilizzato per realizzare dei coprimaterasso antiacaro. Si tratta di prodotti che vengono realizzati senza l’uso di coloranti e prodotti chimici. I suoi pori hanno un diametro di 6 micron.

Qualità

Per capire se un coprimaterasso è di qualità ti dovrai fare due sole domande.

Se è comodo per dormire e riesce al tempo stesso a tenere alla larga gli acari allora si tratta di un prodotto di qualità. Per capirlo ti basterà andare a valutare con attenzione quelle che sono le caratteristiche tecniche del materiale che è stato utilizzato per la loro realizzazione.

Dimensioni del coprimaterasso

Prima di acquistare un coprimaterasso vai a controllare quelle che sono le dimensioni del tuo materasso.

Prendi le misure partendo dal basso verso l’alto, da cucitura a cucitura e non preoccuparti se il materasso ti sembra essere più alto nella parte centrale.

Nel caso in cui tu abbia scelto un modello di coprimaterasso un po’ più grande non preoccuparti, infatti la stoffa in più potrai facilmente andare a nasconderla tra il materasso e la rete.

Se ti sembra che tutti i coprimaterassi siano troppo piccoli prova a contattare una ditta che ne produce, perché spesso sono disponibili anche per realizzarne modelli oversize.

Dimensione dei pori

Per capire quanto sia fitta la trama della barriera anti acari, devi andare a valutare quella che è la dimensione dei pori del coprimaterasso.

Un acaro della polvere produce delle particelle fecali di 10 micron di diametro, mentre un acaro stesso ne misura anche 300.

Per darti un idea della dimensione, tieni presente che un granello di sabbia di solito è più grande di 800 micron. Quindi avrai capito che per essere efficace un coprimaterasso deve avere pori che siano più piccoli di 10 micron e si scende a 3 se invece si ha bisogno di bloccare anche le particelle di muffa e i peli sottili, come ad esempio quelli dei gatti.

Con o senza cerniera?

Per far calzare al meglio il coprimaterasso sul tuo materasso potrai andare a scegliere tra un modello con o uno senza cerniera.

Il coprimaterasso antiacaro senza cerniera è quello più adatto agli adulti che, per quanto possano muoversi durante il sonno, difficilmente andranno a spostare in modo eccessivo le lenzuola ed il coprimaterasso.

Per i bambini possono invece essere utilizzati i modelli con cerniera, che andranno ad avvolgere in modo totale il materasso ed eventuali traverse in vinile posizionate su di essa.

Facile da lavare

Anche il coprimaterasso, come tutta la biancheria da letto, deve poter essere lavato in modo semplice ed efficace.

È consigliato lavarlo almeno una volta a settimana, con acqua calda. Infatti solo in questo modo potrai andare a mantenere inalterate le sue proprietà ipoallergeniche.

Quali sono le metodologie con cui dovrai lavarlo le troverai tutte indicate tra quelle che sono le informazioni presenti sull’etichetta, relative alla manutenzione ed al lavaggio del prodotto.

Prezzo

La qualità del prodotto andrà ad influire su quello che sarà il suo costo.

In commercio troverai infatti dei coprimaterassi più economici e di altri invece più costosi e la differenza sul prezzo la andrà a fare per lo più il materiale utilizzato per la loro realizzazione.

Il cotone biologico, ma anche i modelli in microfibra hanno un costo maggiore, ma la qualità vale ogni singolo centesimo speso in più. Ti ricordo che acquistando questi prodotti online potrai trovare spesso delle buone occasioni.

Coprimaterasso impermeabile antiacaro

Alle proprietà antiacaro di alcuni modelli di coprimaterasso si vanno ad unire anche quelle impermeabili.

I coprimaterasso antiacaro impermeabili sono prodotti completi, che si prestano molto bene ad essere utilizzati per i letti dei bambini o di soggetti che hanno problemi di incontinenza o di mobilità.

Si possono lavare agevolmente, per mantenere sempre al massimo il loro livello di igiene.

Ne troverai in commercio di varie misure, adatte a letti di dimensioni più o meno grandi; troverai le misure del coprimaterasso indicate sulla sua confezione. La loro struttura è in cotone, sul lato esterno, mentre il pvc si trova sul lato interno.

Controlla la sua capacità di tenere alla larga gli acari verificando quelle che sono le dimensioni dei suoi pori.

Perché comprare un materasso antiacaro?

Non sei ancora sicuro che sia il coprimaterasso antiacaro quello che fa per te? Leggi qui di seguito e ti ricrederai.

Sono molti i punti che vanno a favore di un coprimaterasso di questo tipo, ad esempio:

  1. Ti permetterà di dormire in un ambiente più sano, grazie alle sue proprietà anallergiche.
  2. Il tuo letto sarà a prova di allergia
  3. Non ti sveglierai più in preda ad attacchi di asma o con il naso tappato a causa degli acari
  4. Si tratta di un prodotto facile da pulire e che renderà il tuo letto ancora più comodo

Cosa sono gli acari?

Gli acari sono degli animaletti che misurano dai 250 ai 400 micron e che si caratterizzano per le loro potenzialità come allergeni.

La loro vita è ridotta, circa tre mesi, ma molto prolifica, infatti le femmine depongono anche un uovo al giorno. Si alimentano delle pelle morta, della forfora e dei frammenti di unghie.

Quindi avrai già capito che anche la casa più pulita sarà sempre infestata da questi esserini, che si moltiplicheranno tra le lenzuola, i divani e la moquette.

Sono diffusi durante tutto l’anno ma l’umidità invernale e le piogge primaverili sono i climi che preferiscono i più. Il loro habitat preferito è quello dove regna il buio, infatti non sopportano la luce solare ed ad una temperatura di 20/25 gradi con umidità del 60%/80% e dove sia presente abbondanza di cibo.

Se per le prime due potrai andare a porre rimedio, purtroppo è impossibile non fornire cibo agli acari perché è inevitabile perdere ogni giorno squame di pelle morta.

Quali sono i sintomi da allergia agli acari?

Le allergie agli acari si presentano sia con sintomi lievi che più gravi.

I più comuni sono le riniti e l’asma, ma si possono presentare anche gonfiore ed arrossamento agli occhi o lacrimazione.

Asma, malessere e debolezza, fastidio alla luce e stati di ansia sono altri sintomi potenziali. In pratica sono gli allergeni che portano al rilascio dell’istamina, che porta, a sua volta, alle problematiche alle vie respiratorie superiori. Ci sono anche situazioni nelle quali l’allergia porta a:

  • Eczema atopico, che si presenta con eruzioni cutanee e arrossamento
  • Arrossamento cutaneo e prurito sia al viso che al cuoio capelluto

Se i sintomi dell’allergia persistono questi andranno ad influenzare in modo negativo quelle che sono le quotidiane attività, sia scolastiche che sportive o lavorative, soprattutto a causa del fatto che non sarà più garantito il corretto riposo. Infatti l’allergia agli acari influirà sulla corretta respirazione e non ti permetterà di riposare bene durante le ore notturne.

Consigli per evitare la formazione di acari

Vista la pericolosità di questi esserini è opportuno capire come liberarsene.

Non rifare il letto subito dopo essersi alzati, ma aspettare che la sua temperatura scenda è una soluzione valida, che ha anche riscontri scientifici, ma non è sufficiente fare solo questo per eliminare gli acari.

Infatti altri modi per eliminare questi mostri che vivono nella polvere sono:

  1. Cercare di evitare che ci sia polvere accumulata vicino al letto o alle altre zone imbottite o rivestite in tessuto
  2. Utilizzare federe e coprimaterasso antiacaro
  3. Arieggiare periodicamente sia i cuscini che i materassi
  4. Lavare con frequenza la biancheria del letto, facendolo però ad alte temperature

Dopo aver messo in atto queste regole potrai controllare se gli acari sono ancora presenti utilizzando un kit che rileva la presenza di loro concentrazioni.

Lascia un commento:

Leave a Comment: